ASCOLI PICENO – Sesto agente di polizia stradale arrestato a Teramo nell’ambito dell’inchiesta della procura su presunte concussioni ai danni di un imprenditore, che avrebbe versato a più riprese denaro a poliziotti in servizio nelle sezioni di S.Benedetto, Giulianova e Teramo per evitare multe e sequestri dei suoi automezzi. L’agente, l’assistente capo Danilo Montanari, 41 anni, è stato sospeso dal servizio dopo la notifica dell’ordinanza di custodia agli arresti domiciliari.
L’ordinanza arriva due settimane dopo la precedente, scaturita da indagini della squadra mobile di Ascoli Piceno e della Polstrada di Teramo. Gli altri cinque agenti in occasione dell’interrogatorio di garanzia dinanzi al gip si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. A sostenere l’accusa, ci sarebbero alcune riprese video che testimoniano il passaggio di denaro tra gli agenti e l’imprenditore.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 520 volte, 1 oggi)