SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Aria di derby per l’ultima giornata del girone d’andata. Al campo sportivo “Ciarrocchi? il Porto d’Ascoli affronta l’Acquaviva (casualità anche lo scorso anno entrambe le formazioni si scontrarono all’ultima giornata). I ragazzi del tecnico Grilli hanno l’obbligo della vittoria. Chiudere, così, il vecchio anno con tre punti in più e sperare di conquistarne altri ad anno nuovo.
La squadra del tecnico Travaglini, galvanizzata dal successo sul Petritoli di sette giorni fa, ha il dovere di ripetere la sua performance. Il bomber arancio celeste Balletta ha già lanciato la sfida al suo avversario di reparto Del Toro.
Dopo essere tornato alla vittoria, il Centobuchi non intende lasciare altri punti per strada. In casa della Biagio Nazzaro, i ragazzi di Marocchi sono pronti a bissare la buona prestazione ma soprattutto il risultato della scorsa settimana.
La prima sconfitta della Cuprense alla penultima d’andata potrebbe essere un campanello d’allarme per la sfida che la vede impegnata contro l’Amandola. Oppure potrebbe essere semplicemente la gara della rivincita. Il primo posto va mantenuto e la squadra di Clerici non può sbagliare proprio ora che le avversarie sono particolarmente agguerrite.
Battere il Riccione e sperare di chiudere l’anno tra le prime cinque del campionato di serie D. E’ questo ciò che spera di fare il Grottammare domenica davanti ai propri sostenitori. L’impresa sarebbe un bel regalo di Natale per lo stesso allenatore Izzotti e per la società biancoazzurra.
Trasferta pericolosa per la Ripa. L’Offida, ultima in classifica, è l’avversario che i ragazzi di mister Mascitti devono affrontare. In scia positiva da cinque giornate, gli amaranto proveranno a lasciare il segno proiettandosi verso la conquista dei tre punti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 250 volte, 1 oggi)