SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sconfitta per la Samb Rugby nella trasferta abruzzese. Seppur le mete segnate dai rossoblù (Iaconi, Merlini, Biocca, Spina) siano state ben 4 in confronto alle 2 fatte dagli abruzzesi, ciò non è bastato perché grazie al gran numero di punizioni concesse dal direttore di gara e grazie soprattutto alla infallibilità del loro calciatore, il Gran Sasso è riuscito a intascare punti preziosi decidendo sempre per la “via dei pali? e raramente la giocata alla mano.
Naturalmente i sambenedettesi avrebbero potuto e dovuto bloccare sul nascere quelle azioni poi trasformatesi in meta per l’avversario ma, complice un terreno scivoloso e l’ inadeguatezza di alcune scelte tattiche prese frettolosamente da giocatori sotto pressione, così non è stato.
Il match è stato anche caratterizzato da molti falli commessi in principio dagli avversari e poi, sotto provocazione, dai ragazzi di San Benedetto che hanno, erroneamente, portato avanti il gioco particolarmente violento dei giocatori abruzzesi, rimpolpando il bilancio che si attesta a 2 espulsioni e 3 ammonizioni alla fine del secondo tempo.
Nel terzo tempo la serenità si riaffaccia nel campo da gioco e a fine partita tutti tornano amici davanti ad una tavola imbandita: menù a base di pasta al pomodoro, salsicce e birra.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.097 volte, 1 oggi)