SAN BENEDETTO DEL TRONTO (AdnKronos) – Quattro poliziotti della Squadra mobile romana, con un provvedimento emesso dal procuratore capo del Tribunale di Roma, in base alla normativa del ’98 introdotta per contrastare il fenomeno del turismo sessuale, sono riusciti a infiltrarsi nei soggiorni brasiliani di decine di italiani che si erano rivolti alle agenzie di viaggio coinvolte nell’inchiesta. Gli agenti, che hanno operato soprattutto a Fortaleza con la collaborazione della polizia federale brasiliana, hanno consentito ai colleghi sudamericani di effettuare la scorsa notte numerose perquisizioni proprio sulla base dei riscontri ottenuti dagli agenti sotto copertura.
Tra le agenzie implicate nell’inchiesta risultano coinvolte alcune agenzie di viaggi di S.Benedetto, che nelle ultime ore sono state perquisite dalla squadra mobile romana per reperire materiale utile all’indagine.
Fingendosi turisti a caccia di avventure sessuali con ragazzine minorenni sulle spiagge brasiliane, gli agenti infiltrati hanno anche filmato e fotografato i movimenti e gli approcci degli italiani in Brasile. Tra le perquisizioni della scorsa notte, infatti, ci sono anche quelle in abitazioni di persone che, nei mesi scorsi, si sono recate una o più volte in Brasile proprio per consumare rapporti sessuali con minorenni.
Duemila euro per l’intero soggiorno di 15 giorni a Fortaleza ed extra di 15-20 euro per ogni incontro sessuale. Erano queste le tariffe dell’organizzazione che ogni anno riusciva a portare in Sudamerica 1000 turisti interessati soprattutto al sesso facile. L’incontro con giovani e giovanissime prostitute, tra i 16 e i 18 anni, era un extra che costava tra i 15 e i 20 euro in più. Era lo stesso Miraglia a procurare le ragazzine ai clienti italiani con l’appoggio con la connivenza di portieri d’albergo che consentivano alle prostitute di entrare e uscire dalle strutture turistiche. I titolari di agenzia arrestati organizzavano viaggi di 15 persone: in un anno, stando a quanto emerso dalle indagini, circa mille erano turisti del sesso che dal nord e dal sud del dal nostro Paese arrivavano in Brasile, molti grazie al passa parola.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 392 volte, 1 oggi)