SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Gli accertamenti della Guardia di Finanza volti a perseguire l’acquisto diretto di pesce dalle imbarcazioni hanno portato al sequestro di ben cinque tonnellate di pesce azzurro.
Il Comando squadriglia navale di S.Benedetto ha trovato l’ingente quantitativo di prodotto nel corso di un controllo effettuato su due mezzi di trasporto, diretti probabilmente fuori regione. Il carico di pesce azzurro, secondo quanto accertato dalla GdF, proveniva da un motopeschereccio appartenente ad un altro compartimento marittimo, che lo avrebbe sbarcato nel porto di S.Benedetto e venduto ad un acquirente del posto, senza passare per il Mercato Ittico e non rispettando i necessari controlli igienico-sanitari del Servizio Veterinario dell’Asl.
Per venditori e acquirenti coinvolti è scattata la segnalazione alle autorità competenti e presto arriverà anche una sanzione di 10 mila euro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 460 volte, 1 oggi)