SAN BENEDETTO DEL TRONTO – (AdnKronos) Quattro arresti sono stati eseguiti la scorsa notte in un’operazione della squadra mobile della Questura di Roma contro il fenomeno del turismo sessuale. I destinatari dei provvedimenti sono titolari di agenzie turistiche che organizzavano viaggi in note località brasiliane con il solo scopo di sfruttare la prostituzione minorile. Si tratta di tre uomini e una donna bloccati a Torino, Palermo e a Fortaleza, località turistica brasiliana.
L’indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Roma si è svolta in collaborazione con la polizia federale brasiliana, vede applicata per la prima volta la normativa del 1998 introdotta proprio con lo scopo di contrastare un fenomeno molto diffuso.
Nello squallido traffico risulterebbero coinvolti anche alcuni minori: le vittime dello sfruttamento erano giovanissime ragazze brasiliane, le cui ‘prestazioni’ venivano pagate intorno ai 15 euro. Tra i clienti figurerebbero medici e professionisti italiani.
Gli agenti della squadra mobile romana, diretta da Alberto Intini, con la collaborazione della mobile di Torino, Palermo e di altre città italiane, stanno eseguendo ancora numerose perquisizioni in abitazioni e agenzie di viaggi, soprattutto in Sardegna, a Catanzaro e a San Benedetto del Tronto, nel corso delle quali è stato sequestrato materiale giudicato utile per le indagini.
L’operazione, coordinata dal procuratore capo di Roma Italo Ormanni e dal pm Diana De Martino, è scattata dopo circa un anno di indagini con accertamenti e pedinamenti dai quali e’ emerso che l’agenzia di viaggi a Fortaleza era direttamente collegata ad alcune agenzie italiane che organizzavano a pagamento soggiorni in Brasile. Ulteriori particolari verranno resi noti nel corso di una conferenza stampa in programma alle ore 11 nell’ufficio del capo della squadra mobile in Questura.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.744 volte, 1 oggi)