SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo tredici risultati utili consecutivi, di cui dieci vittorie e tre pareggi, capitola la Cuprense in casa di una accreditata Acquasanta per 1-0. Gara vivace dove entrambe le formazioni si sono affrontate a viso aperto senza risparmiare colpi. I termali sono stati lesti a sfruttare la prima occasione con Coccia e tramutarla nella rete vincente. I ragazzi di Clerici hanno sprecato un calcio di rigore con Umberto Splendiani senza avere quella cattiveria realizzativa che fino ad ora li ha sempre contraddistinti.
Respira il Centobuchi in seguito al successo ottenuto per 1-0 sulla Real Vallesina davanti ai propri sostenitori. Archiviate le ultime sofferte prestazioni, la squadra di Marocchi sale in cattedra con Spagna che firma vittoria e prima marcatura personale.
È Giovannini il match winner dell’Acquaviva. Il suo gol, giunto alla mezz’ora del primo tempo, è da considerarsi vitale ai fini della classifica. Benché il tecnico Travaglini abbia dovuto schierare una formazione rimaneggiata causa assenze per squalifiche e indisponibilità, i ragazzi si sono battuti con anima e cuore per ottenere un risultato positivo.
Ancora un 2-2 per il Grottammare. I biancoazzurri hanno ricalcato la scena di sette giorni fa con il Todi. In casa dell’Orvietana vanno sotto di una rete dopo trentacinque minuti. Il pareggio e il sorpasso la squadra di Izzotti lo ottiene nella ripresa in soli sei minuti di gioco. Ma una ingenuità della sua retroguardia costringe, così, il Grottammare ad accontentarsi di un misero punto.
Un discutibile 0-0 per la Ripa. Gli amaranto avrebbero segnato due reti contro la Grottese ma la perentorietà del direttore di gara li ha annullati. Rammaricati i dirigenti e il tecnico Mascitti per questi spiacevoli fatti che compromettono la credibilità del calcio.
Sconfitto 1-0 il Porto d’Ascoli contro il Comunanza. I biancocelesti non riescono a raddrizzare l’incontro dopo la rete subita al quarto d’ora del primo tempo. Tanti i tentativi da parte dei ragazzi di Grilli per ottenere il pareggio ma la scarsa vena finalizzatrice l’ha fatta da padrone.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 234 volte, 1 oggi)