*Un’iniziativa fortemente voluta dal sottoscritto e da altri compagni volta a gettare le basi per l’apertura di un Circolo della Rifondazione nel Comune di Spinetoli. Scelta dettata, come illustrato nel mio precedente articolo, dalla necessità di rompere un monopolio politico dei DS a livello locale, ma anche dalla necessità di un territorio che ha delle difficoltà concrete di espressione e rappresentanza politica. Rappresentanza che rimane fortemente concentrata nelle mani dei DS, ma che negli ultimi tempi ha dato chiari sintomi di insofferenza verso un Partito che non fa emergere appieno e in modo netto le ragioni politiche di una Sinistra che deve contrapporsi in termini netti e incondizionati alle politiche liberiste e globalizzanti della destra di governo. La scelta di costruire un Circolo della Rifondazione Comunista è la reazione naturale alla politica neo-centrista che ha trasformato i DS in un Partito di “Liberal? in cui lo spazio della Sinistra è riservato solo a correnti interne largamente minoritarie. La ventilata scelta “riformista? lascia il tempo che trova in quanto, per dirlo con parole non mie, ma di Folena (DS), il “riformismo? è un metodo non un contenuto, è un aggettivo non un sostantivo e se manca la sostanza……manca tutto.
Sulla guerra, la legge 30, la scuola, la sanità, la Costituzione occorre avere idee chiare e non volubili, occorre essere intransigenti e rivendicare la Pace e il Lavoro come valori universali e non trasformarli in accenni demagogici per comizi pre-elettorali. Le logiche di potere che hanno logorato gli “stati maggiori? dei Partiti, hanno accentuato la crisi di questi ultimi e tanti hanno esaurito energie nel vano tentativo di riportare la politica a quei valori che le competono, quindi, consapevolmente, vogliamo fare e costruire un nuovo spazio aperto alla discussione, ma soprattutto vogliamo tornare a fare Politica e a farlo in modo nuovo e costruttivo.
Sarà un Circolo di Partito “in movimento? con la società civile, attento a prendere in considerazione le istanze e le problematiche del Territorio che offre motivi di discussione anche immediati, ma si cercherà soprattutto il dialogo con i cittadini al fine di coglierne esigenze e preoccupazioni per riportarle e proporle con forza.
A quest’assemblea, che ha visto la partecipazione di un discreto numero di cittadini, hanno dato un notevole contributo il Consigliere Provinciale Luigi Trivellizzi, Arcangelo Patone membro della segreteria regionale e Gabriele Illuminati segretario del Circolo di Grottammare, che hanno ripercorso la storia recente del Partito della Rifondazione Comunista e tracciato il percorso che ci attende da questa sera fino al prossimo Congresso. Presente anche il vice-Sindaco di Colli del Tronto, Paola Amadio la quale, fin d’ora, ha offerto la propria disponibilità ed esperienza per la costruzione di un circolo forte e rappresentativo del centro-valle.
*Carlo Cosenza

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 263 volte, 1 oggi)