SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Bruno Gabrielli, assessore al turismo e alla cultura, contestato da due fronti. Azione Indipendente durante il consiglio comunale dietro una semplice interrogazione cela ben altri intenti. Nell’interrogazione si chiedeva se esistesse o meno un regolamento che determinasse le modalità d’assegnazione dei locali pubblici agli enti privati, dopo la risposta del sindaco Martinelli, Giuseppe La Manna, carte alla mano, accusa di conflitto d’interesse l’assessore Gabrielli, il quale come socio fondatore dell’Eurispes e suo consulente legale, non poteva esprimersi sull’assegnazione dei locali che oggi l’ente ha in uso, all’interno del mercato ittico.
Dall’altra parte, Alleanza nazionale contesta il cartellone d’eventi presentati alla stampa da Gabrielli, ma non alla maggioranza. “Sono cose che dovremmo valutare insieme – denuncia Benito Rossi, capogruppo di An – perché sono scelte politiche dell’amministrazione, non è dalla stampa che la maggioranza deve apprendere quali sono gli eventi culturali che il comune propone a Natale?.
Alleanza nazionale chiede anche una riunione per definire la divisione delle competenze in materia di tutela ambientale tra Picenambiente e amministrazione: “Dobbiamo decidere come operare – dichiara Rossi – il nucleo di addetti del comune non è sufficiente a svolgere l’ordinaria amministrazione: o proponiamo nuove assunzione o deleghiamo alcuni lavori ai privati?.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 767 volte, 1 oggi)