SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Passata la paura per il Tronto e per il pericolo allagamenti in Riviera, grazie anche alla fine delle forti piogge degli ultimi giorni, il Piceno fa la conta dei propri danni.
La Valtesino è divisa in due a causa dei danni provocati dal rigonfiamento del torrente Tesino: è crollato il ponte tra Offida e Cossignano, mentre anche sul ponte per Castignano il transito è interrotto dalla Valtesino.
Le strade che collegano i centri storici e che attraversano le colline presentano le ferite di tantissimi piccoli smottamenti: il terreno, carico di acqua, in molti punti ha invaso per uno o due metri le strade, che si sono trasformate in piccoli fiumi di fango.
A dare una mano alla Protezione Civile e ai Vigili del Fuoco sono proprio le previsioni meteorologiche: da qui a domenica il cielo resterà sereno o poco nuvoloso, con temperature che sulla costa oscilleranno tra otto gradi centigradi di minima e tredici di massima.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 671 volte, 1 oggi)