CUPRA MARITTIMA – I promotori del Presepio attualmente si contano sul palmo della mano a causa di motivi familiari che e/o di lavoro, sono un gruppo di appassionati che dal 1973, annualmente, curano l’abbellimento del Presepio. Da principio si denominavano “Comitato Presepio Permanente? sino al 1984 quando, con atto costitutivo notarile, presero il nome di “Associazione Amici del Presepio Permanente?.
Il Presepio, poliscenico, è composto da 19 scene riguardanti alcuni dei momenti più salienti della vita di N. S. Gesù Cristo. L’opera è stata dedicata al loro amico scomparso Paolo Fontana (1949 – 1985) promotore del progetto Presepio permanente.
Nella 28° edizione – Natale 2004 i promotori dell’associazione hanno dato una revisione generale di luci e colori a tutte le scene realizzate gli scorsi anni. Negli ultimi cinque anni hanno realizzato le scene: Natale 2003: Visita a S. Elisabetta – rifacimento; Natale 2002: Resurrezione di Lazzaro – ammodernamento;Natale 2002: Preferirono Barabba a Gesù-ammodernamento; Natale 2001: Visita dei Magi – ammodernamento; Natale 2000: Cacciata dal Paradiso Terrestre – inedita; Natale 1999: Battesimo di Gesù – ammodernamento.
E’ in previsione, per il Natale 2005, il rifacimento della scena “Annuncio ai Pastori?.
Le statuine, di cm 20 e fatte su loro descrizione, sono modellate in terracotta da artisti spagnoli di fama internazionale presenti in Italia in pochi Presepi. La maggior parte delle piante provengono, anch’esse, dalla Spagna e sono realizzate in piombo o terracotta;
Le ambientazioni e gli sfondi sono in gesso lavorato dagli organizzatori secondo la scuola dei Maestri presepisti Catalani. Seguendo la tecnica della scuola catalana è stato ridotto al minimo l’uso del muschio e dei movimenti privilegiando l’utilizzo del gesso e la cura dei minimi particolari. In un’indagine del quotidiano “Sole 24 Ore? di alcuni anni fa sono stati inseriti fra i 118 principali Presepi italiani. Erano gli unici della provincia insieme al Presepio vivente di Comunanza mentre della restante regione comparivano il Presepio vivente di Genga (An), il Museo presepistico Cassese di Macerata ed il Presepio vivente di S. Severino (Mc).
I promotori del Presepio aderiscono alla sezione di Ascoli Piceno della “Associazione Italiana Amici del Presepio? che dal 1953 riunisce in Italia tutti gli appassionati del Presepio. E’ questa un’associazione con sede in Roma che, promossa da credenti ed apolitica, opera nella divulgazione e valorizzazione delle attività presepistiche.
Programma di apertura: Durante l’anno è possibile visitare il Diorama: tutti i giorni da Natale all’Epifania con orari feriale 15-17 e festivo 10-12/15-19; tutte le domeniche del mese di Gennaio con orario 10-12 e 15-17; tutti i giorni da metà Luglio a fine Agosto; in concomitanza delle manifestazioni provinciali di “Piceno da Scoprire?; in concomitanza delle manifestazioni cittadine organizzate nel Castello di Marano, vecchio incasato, di Cupra Marittima; l’organizzazione è anche disponibile ad aperture fuori periodo a gruppi organizzati o scolaresche previo preventivo accordo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 350 volte, 1 oggi)