ANCONA – “La ricerca della qualità totale? è il tema di un seminario svolto dalla Facoltà di Economia e commercio del Politecnico delle Marche su iniziativa del professore ordinario di marketing Gianluca Gregori. Relatore, Enzo Rossi, titolare dell’azienda “La Campofilone?, prima in Italia ad aver ottenuto per una pasta secca all’uovo con ingredienti d’origine nazionale una certificazione di qualità.
“Parlando del Maccheroncino di Campofilone – ha esordito Rossi rivolgendosi agli studenti – Dobbiamo dire che il protagonista è il nostro territorio e dobbiamo difenderlo e tutelarlo: per questo è stato costituito il consorzio del Maccheroncino di Campofilone, di cui io sono il Presidente?.
“Il sistema consortile realizzato a Campofilone – ancora Rossi – si basa su una convinzione e cioè quella di far funzionare gli accoppiamenti giudiziosi (territorio, giacimenti, cultura, turismo e ambiente) facendoli agire all’unisono. Il Consorzio ha cercato e sta cercando di sensibilizzare tutti gli operatori del mercato Maccheroncino all’ingresso nel Consorzio poiché è solo così che si può generare ricchezza, nuova occupazione e professionalità inedite, create proprio dal modello del cibo come medium del territorio. A tal proposito il Consorzio del Maccheroncino di Campofilone vanta la collaborazione di tutte le Amministrazioni Locali: Regione Marche, Provincia di Ascoli Piceno, Camera di Commercio e dell’Amministrazione Comunale, socio fondatore del consorzio.”
Infine Rossi ha sottolineato come il Consorzio dovrà sponsorizzare studi e ricerche di mercato volti, da un lato a comprendere i modelli organizzativi dei più importanti consorzi di tutela, dall’altro a registrare le richieste delle imprese non consorziate al fine di soddisfarne per quanto possibile i bisogni ed incentivarne così l’ingresso nel Consorzio. Tavole rotonde, seminari e conferenze saranno strumenti che serviranno alle imprese consorziate per comprendere i movimenti del mercato e le innovazioni in modo da aiutarle nelle scelte aziendali da compiere.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 642 volte, 1 oggi)