GROTTAMMARE: Di Clemente, Cocciardo, Marcantoni, Del Moro, Moro(63’ Binari), Traini, Coccia, Marcucci(55’ Gasparoni), Pazzi, Gentili, De Reggi(55’ Bollettini). A disposizione: Di Salvatore, Nigro, Oddi, Gasparoni, Binari, Potacqui, Bollettini. All. Izzotti.
TODI: Mortaro, Storti, Flacco(77’ Ricciarelli), Poggiani, Chionna, De Feudis, Gramaccia (70’ Mariotti), Cardone, Gagliardini, Sciaboletta, Rocchi. A disposizione: Boccolini, Mariotti, Falzetti, Lisci, Ricciarelli, Vetrugno, Bisciarini. All. Mancini.
Arbitro Cafari di Cassino; spettatori circa 150; angoli 5 – 2.
8’ Cross di Traini dalla destra e colpo di testa di Pazzi, che il portiere riesce a bloccare senza troppa difficoltà. 29’ Tiro rasoterra di Marcucci dal limite dell’area avversaria, che manca di poco la porta. 43’ Cross di Marcantoni per Coccia, che tira in mezza girata e prende uno sfortunatissimo palo. 48’ Tiro di Traini indirizzato all’incrocio dei pali, che manca di poco il bersaglio. 51’ Marcucci riceve palla da Traini e serve Gentili, che tira da pochi metri dalla porta dove Mortaro respinge con il corpo e mette in angolo. 52’ Vantaggio per gli ospiti: Gagliardini riceve un cross nell’area del Grottammare da Flacco e impegna Di Clemente con un tiro angolato, che il portiere biancoceleste non riesce a trattenere. 1 – 0 per il Todi. 60’ Pazzi si invola verso l’area avversaria grazie all’assist di Gentili, calcia centralmente con forza e Mortaro blocca la palla alta in salto. 67’ Bollettini fa tutto da solo: parte dalla sinistra, si avvicina alla porta avversaria, si smarca e trova lo spazio per servire Pazzi, che non ha problemi a pareggiare i conti con il Todi, tirando di prima intenzione sul palo lontano: 1 – 1. 71’ Cardone viene ammonito, protesta e l’arbitro Cafari lo espelle. 72’ Traini crossa dalla destra, Bollettini sfrutta l’occasione e tira di rovesciata sul secondo palo, dove il portiere avversario non riesce a trattenere la palla ed evitare il goal: 2 – 1 per i biancocelesti di Izzotti. 88’ Il Todi rimane in 9 per l’espulsione di De Feudis. 90’ L’arbitro vede un fallo di mano di Binari nella sua area e fischia un pesantissimo rigore contro il Grottammare, a pochissimi minuti dalla fine. Gagliardini calcia la sfera con forza centralmente e segna, riportando il risultato in parità.
Servizi a cura di PAOLO DAMIANI
L’allenatore Izzotti:
“I miei ragazzi hanno dato tutto?
Dopo il primo goal subito siamo riusciti a reagire con grinta, mantenendo l’equilibrio che ho tanto cercato nella squadra. Nonostante lo stress di aver giocato anche domenica e il pesantissimo campo fangoso, i ragazzi hanno reagito con tutta la vivacità di cui disponevano, dando il massimo. Solo per questo potrei già ritenermi soddisfatto. Naturalmente a fine gara è l’amarezza a prevalere, nonostante la consapevolezza del nostro impegno, perché ai fatti abbiamo subito goal su rigore al 90’. Tuttavia non è la prima volta che capitano risultati strani, e questa non sarà l’ultima. Le sostituzioni hanno certamente ridato tono alla squadra, ma solo perché chi è entrato ha fatto il suo dovere. Non posso lamentarmi di nessuno dei ragazzi.

Il direttore sportivo Aniello
“Meritavamo i tre punti?
Già domenica il campo era pessimo, se poi aggiungiamo che in questi giorni il tempo è stato sempre umido e piovoso, possiamo capire quanto fosse difficile giocare a calcio oggi. Devo dire che stavolta siamo stati –oltre che sfortunati per il rigore al 90’- un po’ ingenui. L’abbiamo dimostrato correndo dietro tutte le palle e aggredendo l’avversario troppo sopra. Quando abbiamo subito il primo goal c’erano 5 giocatori dietro la linea della palla. Non abbiamo rispettato le due fasi del calcio, cioè attacco e difesa. Nonostante tutto, avremmo meritato di vincere per l’impegno e la vivacità con cui abbiamo reagito.

Il commento dell’esperto Giuseppe Verdecchia
Giovani traditi da un’ingenuità all’90°
Il Comune ha trascurato il terreno di gioco

Una grossa ingenuità nel finale fa perdere due punti preziosi alla squadra di Pignotti. In vantaggio per due a uno erano in cinque ad attaccare invece di attendere l’avversario a metà campo. Così al 90’ Binari toccava con un braccio e ci scappava il rigore del pareggio da parte dell’ultima in classifica. Purtroppo dopo lo 0-1 erano usciti uomini di esperienza come Marcucci e Del Moro e i giovani, si sa, sono poco portati a ragionare, vorrebbero sempre attaccare. E’ normale. E’ il bello e il brutto della gioventù che è stata la scelta politica molto giusta per il campionato in corso. Comunque una bella gara.In prospettiva ragazzi così, bravi e seri, in mano ad un esperto del settore come Izzotti, dovrebbero dare tante soddisfazioni alla città di Grottammare. A proposito qualche colpa ce l’ha anche il Comune che non fatto niente per salvaguardare iol terreno dopo le piogge dei giorni scorsi. Bastava un po’ di sabbia. I nostri giovani sono tecnici ed oggi sono stati un po’ penalizzati dal terreno pesante.
Una squadra che sta maturando. Oggi tre punti avebbero permesso di giocare con tranquillità domenica prossima ad Orvieto ma va bene lo stesso. L’importante è mantenersi nelel attuali posizioni. (Giuseppe Verdecchia)

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 354 volte, 1 oggi)