SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sono trascorse appena 48 ore dal successo ottenuto sul proprio terreno di gioco dal Grottammare nel derby con la Sangiustese. E gia è giunto il momento di voltare pagina e pensare al Todi.
Con l’ultima della classe, davanti ai propri sostenitori è assolutamente vietato abbassare la guardia. La squadra del tecnico Izzotti deve metabolizzare in fretta la vittoria di domenica e concentrarsi mercoledì per strappare ancora un risultato positivo che potrebbe avvicinarli alla fatidica zona play off.
Il Centobuchi ha l’occasione per riscattarsi dopo le ultime prestazioni insoddisfacenti. Con una posizione di classifica in bilico, la vittoria donerebbe morale alla squadra. In casa del Matelica, la formazione del tecnico Marocchi deve rinunciare a Consales perché squalificato ma ha l’obbligo di contare su un gruppo pronto a riagguantare il posto d’inizio stagione.
Sospesa il 14 novembre per impraticabilità di campo causa pioggia, l’Acquaviva recupera il match con la Castoranese. La squadra del tecnico Travaglini non può sbagliare. La battuta d’arresto subita domenica in casa dell’Offida deve essere gettata nel dimenticatoio.
Nonostante l’Acquaviva abbia di fronte un avversario galvanizzato dal netto successo sull’Acquasanta (terza), Balletta e compagni hanno il dovere di mantenere l’inviolabilità casalinga magari salendo posizioni in classifica.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 191 volte, 1 oggi)