SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Tegola per la Samb alla vigilia della sfida di Lanciano: Tedoldi, a causa di un risentimento muscolare, non è partito per l’Abruzzo. Per Ballardini un problema: l’ex cesenate fino ad ora aveva giocato sempre. Diverse le ipotesi per la sua sostituzione (Ballardini non si sbilancia nelle dichiarazioni): o la coppia Cigarini-De Rosa al centro con Amodio e Bogliacino nel ruolo di esterni, o la proposizione di Gazzola o Cornali come esterni destri, oppure Martini spostato sull’out destro nel vecchio ruolo di tornante (in quest’ultimo caso però la squadra rischia di essere troppo sbilanciata in avanti). Non è da escludere neanche la proposta del 4-3-3 che Ballardini ha provato in alcuni spezzoni di allenamento, con Amodio-Cigarini-De Rosa a centrocampo e Bogliacino e Martini esterni offensivi in appoggio a Vidallè.
PROFUMO DI PLAY-OFF. Si può dunque parlare chiaramente di sfida play-off, anche perché la Samb ha distanziato di otto punti la zona calda della classifica: un margine non decisivo ma rassicurante (con la media di un punto a partita ci sarebbe la salvezza matematica).
La società, i tecnici, i calciatori e la tifoseria sono sereni come non mai, consapevoli che l’esiguità attuale della rosa non permette di sognare troppo. Eppure fra venti giorni saranno recuperati l’uruguaiano Dominguez, di cui si dice un gran bene (sarebbe l’alternativa a Tedoldi), la seconda punta Pompei (qui la Samb ha abbondanza: Pompei, Martini, Gutierrez, Favaro, lo stesso Bogliacino). La società ha garantito che a gennaio non sarà ceduto nessuno e arriveranno un difensore e un attaccante (non è escluso anche un rinforzo di centrocampo). Riuscire a concludere l’anno a quota 26 punti (Lanciano e Martina in trasferta, Sora in casa), significherebbe proporsi definitivamente come una delle protagoniste del campionato – anche se un girone comprendente Rimini, Avellino, Reggiana, Padova e Napoli scoraggia attualmente sogni più arditi.
Il primo ostacolo per la Samb è rappresentato dal Lanciano dell’ex “Cobra? Soncin, attuale capocannoniere del girone. Una dura prova per la Samb (il Lanciano in casa ha raccolto 15 punti su 18), che arriva in un momento particolare per i rossoblù, che nelle ultime due settimane non sono sembrati brillanti come in precedenza.
Contingenza (campi pesanti, avversari ostici e sulla difensiva) o reale calo di forma? La partita di domani saprà dircelo.
TIFOSI. Sono stati acquistati 603 biglietti dai tifosi rossoblù per la trasferta di Lanciano. A questi dovrebbero aggiungersene altri che preferiranno la zona della Tribuna. Certo che, per una gara così importante (seppur infrasettimanale e in uno stadio che non agevola la visione della partita) ci se ne poteva aspettare di più. Ad ogni modo, per agevolare i tifosi che non sono riusciti ad acquistare il tagliando nelle giornate di ieri e oggi, il Lanciano calcio, su sollecitazione della società rossoblù, ha concesso l’apertura dei botteghini anche prima della partita.
CONVOCATI. Per la partita di domani Ballardini ha convocato 18 giocatori.
PORTIERI. Spadavecchia, Di Dio.
DIFENSORI. Canini, Zanetti, Femiano, Colonnello, Taccucci.
CENTROCAMPISTI. Amodio, Bogliacino, Cigarini, Cornali, De Rosa, Irace.
ATTACCANTI. Chiurato, Gutierrez, Vidallè, Favaro, Martini.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 613 volte, 1 oggi)