GROTTAMMARE: Di Clemente, Cocciardo, Marcantoni, Del Moro, Moro, Traini, Coccia, Marcucci, Pazzi (71′ Oddi), Gentili(86′ Bollettini), De Reggi. A Disposizione: Baggio, Nigro, Oddi, Deogratias, Gasparoni, Potacqui, Bollettini. All. Izzotti
SANGIUSTESE: Grisogani, Committante, Barbato(86′ Nesta), Savelli(82′ Borboni), Bellagamba, Sgambini, Iazzetta, Galdo, Petiti, Da Col, Palazzi. A Disposizione: D’Agostino, Mengoni, Rau(77′ Sgambini), Nesta, Borroni, Cornacchia, Cantarini. All. Malloni
Arbitro: Di Paolo da Milano
Spettatori: circa 250. Angoli: 2 – 7
26′ Dopo uno sfortunato palo che respinge il tiro di Pazzi, Gentili riprende palla e segna tra due difensori, grazie a un bel pallonetto che sorprende il portiere fuori dai pali. 1- 0 per i padroni di casa.
38′ Da Col effettua un passaggio filtrante e trova Galdo in buona posizione, che non si fa sfuggire l’occasione e tira sul primo palo, cercando con successo lo spiraglio di porta libero, dove Di Clemente non può fare niente. Il numero 8 della Sangiustese pareggia così i conti, venendo anche ammonito per l’esultanza. 69′ Atterrato Gentili in area: è rigore per il Grottammare. E’ lo stesso Gentili a battere, ma il diagonale angolato viene respinto da Grisogani. Il numero 10 biancoceleste però rimedia subito all’errore, battendo sulla ribattuta il portiere avversario spiazzato, segnando così il goal del 2-1. 89′ Ultima occasione di pareggio per la Sangiustese, con un gran tiro al volo da fuori area di Rau, che riesce solo a sfiorare la traversa. Il risultato finale resterà 2-1 per il Grottammare.
Il commento di Pino Aniello
Si prospettava una partita dura, con una Sangiustese reduce da 5 vittorie consecutive e terza in classifica con 23 punti (5 sopra il Grottammare, a 18 punti insieme Mezzolara, Orvietana e Spoleto). Crede che sia stata tutto sommato una partita equilibrata? E’ stata prima di tutto una bella partita. Nel primo tempo la nostra difesa ha fermato tutti i tentativi avversari, poi loro sono cresciuti facendosi pericolosi, con un nostro conseguente calo a livello mentale. Nel secondo tempo è venuta fuori la forza del nostro carattere: meritavamo la vittoria e l’abbiamo ottenuta. Traini è stato un gigante nel secondo tempo. Vorrei poi fare un elogio a Oddi e Bollettini, che anche stavolta sono riusciti a dare il meglio, nonostante tutte difficoltà che si incontrano nell’entrare in campo dalla panchina.
L’allenatore Izzotti: “Sono molto soddisfatto della squadra, che continua ad esprimersi con umiltà e concentrazione. I ragazzi riescono sempre a mettercela tutta, insieme a ‘qualcosa di vecchio’, cioè il cuore. E’ solo così che si riesce a giocare un calcio vero, come quello di 20 anni fa.
Paolo Damianii

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 516 volte, 1 oggi)