SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Terzo successo consecutivo, dopo Perugia e Gubbio, raggiunto dai ragazzi sambendettesi grazie ad un lavoro costante e alla passione riversata dai nei duri allenamenti degli ultimi giorni in vista di un match facile solo sulla carta ma che poteva nascondere delle insidie.
Il Pescara, che occupa la zona più bassa della classifica, ha dimostrato sul campo una gran voglia di riscatto accompagnata dalla caparbietà dei singoli giocatori con cui hanno cercato di tenere vivo il gioco per tutti gli 80 minuti. Unica pecca, l’inesperienza tattica. Mancanza che non ha comunque impedito alla squadra abruzzese di intascare 6 punti con una punizione ed un bel drop.
I rivieraschi hanno messo a segno ben 10 mete (Biocca, Fioroni, Spina, Apostoli, Mandolini, Merlini) di cui 6 solo nel primo tempo, spartite tra avanti e trequarti che hanno limitato gli errori emersi invece nei precedenti incontri. In campo sono stati inoltre utilizzati anche due giocatori alla loro prima esperienza che hanno retto bene l’esordio su di un campo da Rugby.
Da incorniciare il drop segnato da Angelini Massimo che allo scadere del secondo tempo ha piazzato l’ ovale tra i pali calciandolo da oltre metà campo.
La prossima partita verrà affrontata il 12 dicembre prossimo contro la capolista Gran Sasso Rugby.
In campo: Mandolini, Apostoli (Carminucci), Citeroni, Perozzi (Bagalini), Corso, Angelini A., Angelini M., Biocca (Iaconi), Pomilia, Merlini, Mecozzi, Del Giacco , Gagliardi (Fioroni),Spina, Pasqualini (D’ Amico).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 934 volte, 1 oggi)