ANCONA – E’ partita ieri per il Brasile una delegazione della Regione Marche guidata dal presidente della Giunta Vito D’Ambrosio. Ne fanno parte l’assessore Ugo Ascoli, il consigliere regionale Guido Castelli e i dirigenti Fabrizio Costa e Marco Bellardi. La delegazione marchigiana si congiungerà in Brasile con quelle delle Regioni Umbria, Toscana ed Emilia Romagna.
Le rappresentanze delle quattro regioni saranno impegnate in convegni e incontri con i massimi vertici politici, iniziative organizzate per dare concretezza agli accordi di collaborazione firmati nell’estate scorsa a Roma presso l’ambasciata del Brasile.
Il progetto sottoscritto il 1° luglio 2004 prevede un percorso di collaborazione per l’implementazione di politiche di sviluppo locale integrato tra le Regioni italiane e quelle di cinque territori brasiliani selezionati: area di Manaus (AM), Serra de Capivara (PI), Area di Juiz de Fora (MG), Assi Pelotas-Bagé (RS) e Rio Claro-Piracicabada (SP). In particolare il progetto mira ad introdurre in Brasile, nell’arco di un triennio, le esperienze italiane nelle politiche di sviluppo locale; è prevista la formazione di 200 dirigenti e tecnici delle varie sfere governative.
Le delegazioni regionali si incontreranno a Brasilia nel tardo pomeriggio di oggi su iniziativa dell’Ambasciata italiana. Lunedì 29 si aprirà, sempre nella capitale, il seminario sulle strategie di sviluppo regionale e locale. I presidenti delle quattro Regioni interverranno nel dibattito e incontreranno i Governatori brasiliani coinvolti nel progetto. Nel pomeriggio i Presidenti vedranno alcuni ministri del governo brasiliano e, nella tarda serata, il presidente Lula.
Il programma di martedì prevede il proseguimento dei lavori del seminario e degli incontri tra Presidenti e Ministri.Mercoledì giornata a Rio de Janeiro e giovedì a San Paolo dove sono in programma incontri con Apex, l’organismo per il commercio con l’estero, la Camera di commercio italo-brasiliana e le Associazioni di emigrati marchigiani e delle quattro regioni.
Le delegazioni rientreranno in Italia sabato 4 dicembre.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 136 volte, 1 oggi)