SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Se in campionato gli uomini di mister Aureli hanno un passo stentato, in Coppa, nonostante delle difficoltà, i sambenedettesi si sono fatti strada ed hanno raggiunto le ambite “Final Four? di Coppa Italia, traguardo che da ben due anni veniva sfiorato di un non nulla. Il cammino dei rosso-blu, iniziato a settembre, ha visto come avversarie prima il Futsal Porto San Giogo (C2) per poi affrontare (ed eliminare) due formazioni di C1 quali l’AS Grande Toro ed il Grottammare. Le finali si terranno in una due giorni (il 14 e 15 dicembre, luogo ancora da decidere) e vi prenderanno parte quattro formazioni, tra cui la Riviera delle Palme.
In campionato invece vi sono le note dolenti. Sia il Grottammare che la Tecno incappano in due gare sfortunate. I sambenedettesi realizzano una buona prestazione ma subiscono un torto arbitrale che li condanna alla sconfitta contro la capolista Fabriano. I grottammaresi invece partano a razzo e si portano sul doppio vantaggio (1-3) sul campo ostico del Macerata per poi subire la rimonta che li condanna alla sconfitta.
In serie C2, solo un punto per la SBT F.C. che nello scontro salvezza contro il Real Picena perde sicuramente una buona occasione. Una vittoria, oltre a dare morale, avrebbe dato un po’ di respiro all’asfittica classifica dei sambeneddettesi che invece si trovano ancora in ultima posizione, con un distacco invariato dalla penultima.
Il prossimo turno per le formazioni di C1 prevede un incontro duro per la Riviera delle Palme che riceve la vice-capolista Real Ancona, mentre il Futsal Grottammare riceve il Porto san Giorgio per una partita tutto sommato abbordabile. In C2 la SBT F.C. farà visita al Libero Sport Ascoli che non naviga in buone acque ed è quindi alla ricerca disperata dei tre punti: lo si può definire uno scontro salvezza, che non bisogna perdere.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 378 volte, 1 oggi)