SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Colpo di coda dell’arbitro Gava: il fantasista rossoblù Davide Favaro, espulso domenica scorsa a Napoli per un intervento a gamba tesa apparso ai più involontario, è stato squalificato per due giornate. Gava lo ha espulso perché ha ritenuto che Favaro abbia intenzionalmente colpito l’avversario (equiparandolo, di fatto, ad un fallo di reazione: conosciamo il ‘mite’ Favaro e lo escludiamo, così come escludiamo che in quello scontro, normalmente non sanzionabile neanche con il cartellino giallo, Favaro abbia voluto far male al giocatore del Napoli).
Ebbene, Favaro sarà squalificato per due giornate, si legge nelle motivazioni, “per atto di violenza verso un avversario con il pallone non a distanza di gioco?. Insomma, beffa ulteriore: Favaro accusato di commettere un atto di violenza (passi…), ma accusato di averlo fatto con il pallone non a distanza di gioco implica, ci sono le immagini di Sky a testimoniarlo, che il signor Gava non è all’altezza di dirigere una partita di Serie C1, poiché Favaro era nel pieno dell’azione, e difatti lo scontro è avvenuto perché Gatti, nel tentativo di anticiparlo, si è scontrato (e non “colpito?) con Favaro.
Ci aspetteremmo dunque che il signor Macalli e i suoi collaboratori ‘punissero’ in qualche modo Gava: invece crediamo che il suo percorso sia abbastanza simile ai Bergonzi, ai Giannoccaro. Una scalata facile facile.
TIFOSI. La “disavventura” Gava continua a far male. Il presidente Umberto Mastellarini è ancora di pessimo umore – in pratica nulla è cambiato da quando è terminata la partita con il Napoli. Ma anche la tifoseria è sul piede di guerra: i tifosi infatti esigono massimo rispetto nella partita contro il Chieti. Qualcuno ipotizza reazioni dimostrative nel caso in cui ci sarà un arbitraggio contrario alla Samb. Ma, secondo noi, occorre non drammatizzare: la squadra è giovane, anche a Napoli ha dimostrato di avere una sua fisionomia tecnica e tattica, e in questo momento va tenuta lontana da troppe pressioni. Un ambiente sereno ed entusiasta (e pur sempre esigente) permetterà a questa di crescere ancora.
SQUADRA. Oggi sono i ripresi gli allenamenti della squadra. Assenti Favaro e Signoriello (presenti al funerale di Massimo “Bruni” Cioffi), non si sono allenati Bogliacino (a Napoli ha preso un colpo al polpaccio), e Canini. Soltanto giovedì si saprà se saranno disponibili per Chieti. Mister Ballardini è comunque sereno: “Siamo coscienti che a Napoli abbiamo disputato una buona prestazione, lasciando perdere l’arbitraggio: siamo stati bravi ma a Napoli bisognava essere bravissimi. La squadra è consapevole dei suoi mezzi, però dobbiamo anche correggere alcuni errori che abbiamo fatto a Napoli.”
CHIETI. Sono 1340 i biglietti messi a disposizione dal Chieti Calcio per i tifosi della Samb: 1.100 per il Centro Coordinamento Curva Nord e 240 che sarano venduti presso Nuovi Orizzonti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 430 volte, 1 oggi)