SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Cuprense-Acquaviva, un derby fino all’ultimo gol. La squadra di mister Clerici si impone al 93′ con un 3-2 tutto da incorniciare. Non erano partiti beni i gialloblu che al termine del primo tempo erano sotto di una rete. Ma è Rossi a riportare in parità il risultato. Nei minuti finali due autogol per parte sembrano sancire il definitivo esito dell’incontro fino ad una preziosa testata di Gabrielli che restituisce alla Cuprense il dono della vittoria.
Arrabbiata, invece, l’Acquaviva. La squadra di Travaglini diventa padrona del campo tanto da passare in vantaggio con Viscioni. Nella ripresa, però, gli aranciocelesti non riescono a gestire come vorrebbero l’1-0 per via di una combattiva Cuprense. E la sconfitta si trasforma in una tremenda beffa.
Per la prima volta in questo campionato la Ripa vince due partite consecutive. Contro l’Azzurra Colli un ineccepibile 3-0 che conferma il ritrovato spirito di gruppo degli amaranto. Tornato al gol Fiorino oltre a Piatti e al nuovo acquisto Schiavone.
Deluso il Porto d’Ascoli. Dopo aver collezionato la bellezza di tredici palle gol senza riuscire a buttarle in rete, i ragazzi di Grilli vengono graffiati dall’unica azione del Pagliare. Un 1-0 che sancisce la sconfitta dei biancocelesti seppur immeritata.
Il derby tra Grottammare e Urbino finisce con il più classico 0-0. Una gara accesa nel primo quarto d’ora in cui De Reggi, Gentili e Pazzi hanno avuto clamorose occasioni per sbloccare l’incontro. Ma l’Urbino si è saputo difendere con una buona organizzazione di gioco.
Consales salva il suo Centobuchi dalla terza sconfitta. Con la Civitanovese è 1-1. La squadra di Marocchi conquista un meritato punto grazie alla trasformazione dal dischetto di uno dei suoi uomini simbolo quando il cronometro segnava il 92′.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 224 volte, 1 oggi)