PESARO – Forse il più brutto Chieti di tutta la stagione esce sconfitto dal Benelli di Pesaro con un passivo, pesantissimo, di tre reti; mai in questo torneo la Vis era riuscita a vincere tra e mura amiche e soprattutto mai era riuscita a segnare tre gol in una volta sola. Un’ “impresa?, insomma, per gli uomini di Donati, che hanno sfornato una prestazione negativa sotto ogni punto di vista: del gioco e soprattutto del carattere.
Per i primi trenta minuti i neroverdi – ai quali l’arbitro, curiosamente, ha imposto di sostituire i pantaloncini ed i calzettoni neri indossati, con quelli rossi gentilmente “offerti? dai padroni di casa, onde evitare che i giocatori si confondessero con il direttore di gara – non sono in pratica scesi in campo, una sola squadra ha prodotto azioni da gol, ovvero i biancorossi di mister Piccioni (ieri ha letteralmente salvato la propria panchina), i quali hanno sciorinato gioco e palesato grinta e voglia di incamerare tre punti di vitale importanza.
La partita. Dopo 23 minuti i pesaresi conducono già per 2-0 – gol di Zappella e Gaeta – gli ospiti si svegliano solo a questo punto, ma a parte un dubbio fallo di mano in area vissina, i neroverdi non mettono mai il naso dalle parti di Ginestra.
Ancora peggio la ripresa, ti aspetti un Chieti arrembante, ti ritrovi una Vis che riesce a portare gli standard del match su binari a lei più consoni: ritmo decisamente blando e azioni ficcanti di rimessa. Arriva, al 23’ il gol della sicurezza: lo firma Mazzeo con una grande giocata in area di rigore teatina. Lo stesso calciatore, al momento dell’esultanza si toglie la maglia: già ammonito, viene irrimediabilmente espulso. Pur con un uomo in più il Chieti non riesce a cambiare il corso della gara e trova, al 70’, un rigore – trasformato da Guariniello – che non serve nemmeno a rendere meno umiliante la sconfitta.
Il clan neroverde ammette senza accampare scusanti la giornata storta. Mister Donati è molto duro coi suoi: “Prestazione negativa, oggi non abbiamo giocato a differenza delle altre dieci partite di campionato. Occorre riflettere su quanto accaduto e fare in modo che questa amara trasferta resti soltanto un episodio. Abbiamo beccato tre gol, forse se ne prendevamo quattro era meglio per capire che non possiamo regalare nulla. Non saprei dire se la fonte dei nostri problemi sia attualmente più fisica o psicologica?.
Amari ma sinceri anche i commenti di Guariniello“Una giornata da dimenticare? – e Bonfanti“Troppo brutti per essere veri?.
Il Chieti sceso in campo al Benelli ieri pomeriggio:
(4-4-2) Ciaramellano, Minardi (21’ pt Sanna), Lacrimini, Di Cecco, Romito, Bonfanti, Terrevoli, Bigianti (16’ st Camillini); Guariniello, Rajcic, Tacchi (10’ st Di Vito). A disposizione Sciarrone, Di Bari, Acciai, Lambertini. Allenatore: Donati.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 226 volte, 1 oggi)