SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un gradito ritorno quello di Alain Carol , uno dei migliori bassisti al mondo, al Bitches Brew Jazz Club di San Benedetto. Stasera si esibirà con la sua ban al completo, formata da David Bellemare al sax, JeanS t-Jacques alla tastiera / mallet kat, Francois Blouin alla tastiera e Simon Langlois alla batteria.
Alain Caron inizia a suonare all’eta di undici anni. A quindici anni aveva già scoperto la musica che poi diventerà la sua passione, il jazz. Nel 1977 incontra Michel Cusson con cui fonda gli Uzeb. Del trio, oltre a Caron e Michel Cusson, farà parte da subito anche il batterista Paul Brochu, compagno di viaggio inseparabile di Caron.
Terminata l’esperienza Uzeb, Alain Caron fonda “Le Band”, con cui incide quattro album. Nell’ultimo lavoro, “Call Me Al”, Caron si avventura in un sentiero che lo porterà ad esplorare nuovi campi come il Drum’n’ Bass, collegato ai ritmi Afro Cubani.
Dopo aver lavorato con personaggi di rilievo come Mike Stern, Dennis Chambers, Bireli Lagrene, Don Alias, Didier Lockwood, e ultimamente con Gino Vannelli, che ha accompagnato in una recente tourneé in Europa, ora Alain Caron scive e produce musica solo per “Le Band” dedicandosi alle tourneé con la sua band.
Il concerto si svolgerà sabato 13 novembre al Bitches Brew Jazz Club, presso l’Hotel International, v.le Rinascimento 47; il costo del biglietto è di euro15, ma per entrare occorre iscriversi al club, al costo di euro10 (per gli under 25 euro 5). Inizio concerti ore 21,30. (nella foto da sinistra Clive Bunker, Nathaniel Peterson, e Fabio Cerrone)

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 442 volte, 1 oggi)