SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Esame di maturità per il Porto d’Ascoli. Al “Ciarrocchi” arriva il sorprendente Petritoli dell’ex Roberto Pezza (giocatore biancoceleste nella stagione 2000/2001, anno della vittoria del campionato di seconda categoria). La squadra del tecnico Grilli ha la concreta occasione di risalire una bugiarda classifica.
Senza il bomber Balletta perché squalificato, l’Acquaviva ospita la Castoranese. I ragazzi di Travaglini devono dimenticare la prima sconfitta stagionale e dare seguito alla scia positiva fino a qui mostrata. Magari depositando in rete qualche pallone in più.
Vincere è l’obbligo della Ripa. Un penultimo posto che non rende merito ad una squadra costruita per obbiettivi più soddisfacenti. Contro l’Amandola gli amaranto, dopo aver ritrovato il gioco, devono ritrovare anche il risultato.
Imperdibile opportunità per la Cuprense. Sul difficile campo del Comunanza la squadra di Clerici può inanellare il decimo successo consecutivo. Staccando, così, ancora di qualche punto le dirette concorrenti. La fuga è davvero iniziata per i giallo blu.
Derby marchigiano per il Grottammare che lo vede opposto al Real Montecchio. La sconfitta di sette giorni fa con la capolista Foligno ha mostrato ampi segni di miglioramento. I ragazzi di Izzotti possono pensare in grande. La rimonta è questione di ore.
Dopo il meritato riposo, il Centobuchi torna in campo con una sfida d’alta classifica. Con un orecchio teso a sentire il risultato di Civitanovese-Maceratese (le prime due della classe), contro la Vigor Senigallia (terza) la squadra di Marocchi (quarta) è pronta a riprendersi il posto più alto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 248 volte, 1 oggi)