RIPATRANSONE – Penultimo posto in classifica in compagnia della Castoranese, sette punti conquistati e una sola vittoria ottenuta. Questa è l’attuale situazione della Ripa dopo nove giornate disputate. Una condizione che certamente non rende merito ad una squadra complessivamente competitiva.
Segnali di rinascita erano stati avvistati nel derby con l’Acquaviva quando il gioco e la condizione fisica erano tornati a sostenere gli amaranto. Ma per la crudeltà di un calcio avido di punti, la squadra di Mascitti sta pagando troppe conseguenze.
E la dimostrazione ultima è la gara persa con l’Acquasanta. “Domenica meritavamo nettamente di vincere” – ha spiegato mister Mascitti – “Ma l’arbitro è stato clamorosamente di parte. Ha concesso un rigore inesistente ai termali facendoci perdere l’incontro. Tanto che i dirigenti dell’Acquasanta, imbarazzati dall’episodio, ci hanno fatto i complimenti per come avevamo giocato e ci hanno confessato che avrebbero scommesso in un pareggio. I nostri dirigenti sono andati in Lega a protestare perché le direzioni arbitrali devono essere imparziali”.
Intanto sul fronte mercato è top secret. Soltanto nella giornata di domani il tecnico farà i nomi dei due rinforzi presi. Si trattano di un centrocampista e un attaccante. “Non posso rivelare la loro identità poiché aspettiamo che l’affare vada in porto. È questione di ore”. L’unica certezza è la cessione di Della Sciucca all’Offida di Deogratias.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 266 volte, 1 oggi)