SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ventisette punti, nove vittorie su nove incontri disputati e una spiccata naturalezza in fase realizzativa. La Cuprense continua ancora ad impressionare. Sul proprio terreno di gioco la squadra di mister Clerici batte di netto un sorprendente Monticelli. Tre punti che portano ad otto il distacco dalla seconda e a dodici quello dalla terza.
Il Centobuchi ringrazia la capolista Maceratese. I ragazzi di Marocchi hanno osservato un turno di riposo tenendo le dita incrociate sui risultati. Vigor Senigallia battuta dalla capolista ma con la sorpresa Civitanovese balzata al secondo posto. Niente paura per il Centobuchi che scivola sì in quarta posizione ma con un punto di distacco dalle antagoniste.
Dopo quattro giornate il Porto d’Ascoli torna alla vittoria. Ed è la prima per il nuovo tecnico Dino Grilli. Migliora la classifica con i tre punti conquistati sul difficile terreno dell’Offida. Un Porto d’Ascoli capace di dominare un tempo e soffrire nella ripresa evitando all’avversario di “giocare” brutti scherzi.
Il Grottammare comanda ma il Foligno è troppo forte e nel Il big match tra la capolista della serie D e la squadra di Izzotti finisce a favore degli umbri. I biancoazzurri, che ricevono persino i complimenti degli ospiti, reagiscono al doppio svantaggio portandosi più volte in area avversaria. Accorciano le distanze e quel pallone spedito da Potacqui poco sopra la traversa avrebbe significato un pareggio.
Una Vespa punge l’Acquaviva. La puntura è dolorosa. Questa volta né Balletta, né Viscioni sono riusciti a comare il divario e l’Azzurra Colli ha infierito sul morale della squadra di Travaglini ma non sulla classifica.
Persiste la crisi della Ripa. Contro l’Acquasanta è la quarta sconfitta e neanche Massaroni su calcio di rigore è stato in grado di risollevare l’incontro. Ironia della sorte, la squadra di Mascitti ha vinto l’unica partita proprio alla quarta giornata in casa del Monticelli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 315 volte, 1 oggi)