SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Buona Samb anche se non spettacolare quella vista oggi, che è riuscita a non soffrire il Teramo nei momenti più difficili dell’incontro e che poi ha colpito con furbizia in un momento di rilassamento del Teramo (che aveva appena sostituito l’attaccante Beretta con il più difensivo Calà Campana). Zanetti super in difesa, mentre per l’attacco gli onori sono per Vidallè.
SPADAVECCHIA 6. Resta attento e guardingo per novanta e più minuti, senza correre particolari pericoli. Zanetti rinvia di testa una punizione di Bondi e gli evita di mettersi in mostra.
TACCUCCI 7. Chiude il campo alle incursioni di Bondi, che ha modo di tirare in una sola occasione. Si propone vigorosamente anche in fase offensiva, e sfiora un super gol di tacco su calcio d’angolo. Numero due inamovibile.
COLONNELLO 6,5. Molto dinamico (“Sto tornando ragazzo?, ha detto scherzando ad un giornalista abruzzese che lo conosceva), arriva diverse volte sul fondo anche se nel primo tempo si lascia prendere dal nervosismo e sbaglia molti appoggi. Buon duello con Favasuli.
DE ROSA 6. Soffre il ritmo imposto da Nicodemo e Cardinale nel primo tempo. Si sblocca nella ripresa dopo il vantaggio della Samb.
ZANETTI 8. Impeccabile, oggi ha disputato una gara degna di un calciatore di Serie B se non di categoria superiore. Si è preso la difesa rossoblu sulle spalle e ha tappato ogni falla. Per lui è stata una rivincita personale, dopo che lo scorso anno a Teramo ha vissuto una stagione difficilissima. Concentratissimo, deve continuare su questi ritmi.
CANINI 6. Un po’ svagato nel primo tempo, quando perde due palloni che potevano costare cari (ma ci pensa super-Zanetti). Meglio nella ripresa, quando Chianese e Beretta (poi sostituito), non riescono mai a creare un presupposto di pericolosità…
TEDOLDI 6,5. Non è ancora al massimo della forma fisica ma garantisce sostanza al centrocampo. Suo il cross, dopo triangolazione con Cigarini, che ha dato il via alla seconda rete di Vidallè.
CIGARINI 6. Come De Rosa, soffre tantissimo nella prima parte della gara, poi si riscatta nella ripresa con alcune incursioni efficaci nell’area teramana (da una di queste scaturisce il corner decisivo).
VIDALLE’8. Il merito della vittoria è gran parte suo. Perfetta l’incornata che sblocca il risultato e cambia il volto alla partita dopo tanta sofferenza. È poi ricompensato dalla seconda rete, giunta su una mischia.
BOGLIACINO 6,5. La “scintilla? non s’accende e sembra non debba mai avvenire. Non riesce a dare quel quid in più alla Samb, tuttavia è lui a pennellare un traversone con il contagiri per la testa di Vidallè che consente alla Samb di passare in vantaggio.
MARTINI 6,5. Non segna ma tiene in ansia la retroguardia teramana grazie alla sua velocità. Rimedia un’ammonizione forse troppo severa mentre provoca l’espulsione di Marco Aurelio.
FAVARO s.v.
CORNALI s.v.
CHIURATO s.v.
BALLARDINI 7,5: Ha avuto la saggezza di inserire Taccucci come terzino destro e ciò ha conferito alla squadra ancora maggiore solidità difensiva, grazie comunque ad uno Zanetti stratosferico. La Samb sa stare in campo anche nei momenti meno brillanti senza scomporsi troppo. Oggi a risolvere una situazione intricata ci ha pensato Vidallè, che giunge così a quota tre reti. Il ragazzo migliora atleticamente (“ancora non sono al 100%?, ha detto) e lui, assieme a tutta la squadra, alla società, ai tecnici e all’ambiente sportivo rossoblu saranno messi alla prova nel posticipo Samb-Avellino di lunedì prossimo. Intanto la Samb ha già fatto la metà dei punti necessari per la salvezza…

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 384 volte, 1 oggi)