SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il comunicato stampa emesso ieri sera dall’Associazione Albergatori (recante la firma, per il Cda, del presidente Nelson Sulpizi) ha scatenato l’ira di alcuni albergatori facenti parte del Cda (Peppino Mazzocchi, Nino Capriotti), del revisore dei conti (Gaetano De Panicis), del Presidente del Consorzio Turistico ‘Riviera delle Palme’ (Marco Calvaresi) e dell’assessore al turismo di San Benedetto del Tronto (Bruno Gabrielli).
Per Peppino Mazzocchi si è trattato di un comunicato stampa in cui viene dichiarata una cosa che non è vera e cioè che gli albergatori hanno deciso di dissociarsi dal Consorzio turistico da loro stessi fondato. Nino Capriotti aggiunge e conferma: “Il Consorzio l’hanno deciso gli albergatori, impossibile farsi fuori?. Il consigliere provinciale Capriotti dice anche che la votazione riportata non è reale e ricorda che non si può tener conto soltanto dell’ultima seduta ma anche delle precedenti dove, presenti 18 consiglieri, si è deciso l’esatto contrario con 10 voti favorevoli, 7 contrari e un astenuto (Antonella Pellei). In coro hanno affermato che l’emissione di un simile comunicato stampa è un fatto gravissimo che nuoce moltissimo alla stessa Associazione in funzione di chi ha rapporti sinergici con gli albergatori. Così facendo l’immagine viene danneggiata e, chi lo ha fatto, dovrà renderne conto.
L’assessore Bruno Gabrielli ci mette il cosiddetto carico. “L’Amministrazione comunale, ma credo la città tutta, vuole un altro tipo di presidente dell’Assoalbergatori. Non abbiamo bisogno di chi parla in modo irresponsabile a nome di un’intera categoria? Chiaro il riferimento a Nelson Sulpizi, mentre è più dolce con l’intera categoria. Dopo però si contraddice un po’ dicendo che sono pochissimi gli albergatori che hanno raccolto l’invito dell’Amministrazione ad aiutare la Samb Calcio, con abbonamenti e altro, quando sono proprio loro quelli che beneficeranno, più di altre categorie, della sponsorizzazione sulle maglie dei giocatori rossoblù, decisa nei giorni scorsi.
Insomma è iniziata ufficialmente, al di là del giudizio sul Consorzio Turistico, una forte divergenza di opinioni all’interno della categoria degli albergatori. E’ questo secondo il sottoscritto, il nodo da dipanare subito. Non siamo affatto certi, infatti, che il cambio alla guida degli albergatori risolverebbe la controversia. Se Nelson Sulpizi ha prevaricato l’Associazione è indispensabile un immediato chiarimento trasparente e pubblico per far capire bene alla città una questione che non può rimanere racchiusa nell’ambito della stessa categoria. La gestione del turismo va sì a vantaggio prevalentemente degli albergatori ma è anche vero che molte altre categorie dipendono dal loro agire, quindi patti chiari e amicizia lunga. La città vuol sapere se esistono interessi o rancori personali dietro decisioni che, invece, sono prevalentemente pubbliche.
Le ultime dichiarazioni sono del presidente del Consorzio Turistico, Marco Calvaresi: “Dei temi riguardanti il Consorzio parlerò nella sede adeguata, agli albergatori invece rivolgo una semplice domanda: quando vorrebbero investire o hanno investito per incrementare il turismo nella Riviera delle Palme? A me sembra che siamo rappresentati da un presidente ed altre persone che non credono alle nostre grandi potenzialità e quindi non hanno assolutamente voglia di investirci. Basta con le chiacchiere, servono i fatti?. Parole molto chiare che aspettano smentite o…conferme.
Certo è che le accuse fatte dal presidente Sulpizi (per conto del Cda) e quelle emerse dalla conferenza stampa di oggi sono entrambe gravissime.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 507 volte, 1 oggi)