SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La squadra di Clerici si aggiudica il big match con la vice Sangiorgese. Ed è già fuga. Allunga di cinque lunghezze la distanza dalla seconda e di ben dieci dalla terza.
Una gara esemplare quella giocata dalla Cuprense, capace di recuperare il gol dello svantaggio e caparbia nel raccogliere i tre punti. Un successo nel segno dei gemelli Splendiani coadiuvato dalla rete del momentaneo pareggio di Smerilli.
Con la terza marcatura consecutiva di Pazzi e la prima doppietta stagionale di Bollettini, il Grottammare supera con ampi voti l’esame Spoleto. Concentrati e determinati hanno portato a casa un risultato importante per la classifica. Dimostrazione che le deludenti prestazioni di qualche tempo fa sono state ben archiviate.
Gioisce l’Acquaviva. Dopo la serie di pareggi a reti inviolate, finalmente giunge la prima vittoria casalinga. Il duo Balletta-Viscioni si rende protagonista dell’incontro prima con una realizzazione dal dischetto poi con uno scattante contropiede.
Il nuovo tecnico del Porto d’Ascoli Grilli inizia con un punto. Contro la Grottese, il pallonetto di Del Toro è presto raggiunto da un diagonale di Vita. Da capire ancora l’incredibile decisione del direttore di gara di convalidare prima e annullare poi un regolare gol di Capecci. Gli ospiti, tra l’altro, non avevano neanche protestato per la rete subita.
Un pareggio che fa ben sperare per la Ripa. Nello scontro con il Pagliare, Alessandro Nannuzzi replica senza mezzi termini al gol messo a segno da Re. Una gara ben giocata, con emozioni da ambo le parti. Gli amaranto iniziano a farsi sentire.
Il Centobuchi perde la sfida al vertice con la Maceratese e il secondo posto in classifica. La squadra di Marocchi non è sembrata cinica come la formazione di Nocera a cui sono bastate tre incursioni per metterne dentro due. Se Persiani non avesse colpito la traversa sull’1-0, la partita avrebbe preso una direzione diversa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 295 volte, 1 oggi)