Benevento-Avellino 1-1 Ghirardello (AV), Molino (BN): Nel giorno di Halloween la seconda sfida campana dell’anno riserva agli irpini un bello ‘scherzetto’. Infatti il pari priva i biancoverdi dell’esclusività del primato. Aprono le marcature i lupi al 5’ in seguito a una clamorosa ingenuità della difesa giallorossa, con Lotti e Colletto che si limitano a guardare un’innocua palla che penetra nell’area piccola; vado io, vai tu, nessuno interviene, ci mette lo zampino Ghirardello e la sfera rotola lentamente oltre la linea bianca. Ma l’undici di Cuccureddu vanifica il vantaggio dieci minuti più tardi, quando Cecere si fa superare da una perfida incornata in diagonale all’indietro di Molino dalla destra.
Migliori in campo: Tchangai (B), Morfù (A).

Cittadella-Vis Pesaro 2-1 Sgrigna (Citt), Cazzola (Vis) e autogol di Serafini : Dopo un ‘hip-hip’ intonato a vuoto più volte dall’inizio del campionato, i tifosi granata possono finalmente gridare il primo ‘hurrà’ della stagione. Primo urlo dei veneti lanciato al 46’ grazie a Sgrigna, abile e freddo a trasformare un calcio di rigore fischiato per un atterramento di Caselli ai danni della stessa punta di casa. Ginestra intuisce l’angolo, ma non ci arriva. Momentaneo pareggio dei marchigiani al 70’ in virtù di una staffilata da fuori di Cazzola che si infila perfettamente nel sette alla sinistra di Peresson. Ma l’illusione dura solo un giro di lancette, sino a quando al 71’ Serafini devia nella porta sbagliata un cross dalla destra di Stancanelli.
Migliori in campo: Sgrigna e Crocetti (C), Cazzola (VP).

Fermana-Rimini 0-1 Russo (rig.): La freddezza dagli undici metri del centrocampista biancorosso Giuseppe Russo regala ai romagnoli i primi tre punti in terra straniera. La rete che decide l’incontro viene realizzata al 64’. Dalla destra Trotta pennella al centro per Muslimovic, in buona posizione, questi viene trattenuto per la maglia da Micallo e termina a terra. Il direttore di gara, Orsato di Schio, opta per la massima punizione, sul dischetto si presenta Russo e per Chiodini non c’è scampo. Nell’ultima mezz’ora gli adriatici legittimano il successo sprecando almeno due limpide palle-gol.
Migliori in campo: Cotroneo (F), Muslimovic (R).

Lanciano-Martina 2-1 Nassi (L), Lentini (M), Soncin (rig. L): Pugliesi ancora a bocca asciutta lontano dal Tursi. Rompono gli indugi i frentani al 10’ con capitan Nassi, che ribadisce in rete un colpo di testa di Cavola ribattuto da Lisuzzo, il tutto sugli sviluppi di un corner dalla destra di Cingolani. I baincoazzurri raddrizzano temporaneamente le sorti della gara al 61’, allorquando Lentini, subentrato al 55’ a De Marchi, riceve a centrocampo, si incunea centralmente, evita l’intervento di Lolli e dalla distanza lascia partire una sassata che si insacca all’angolino alla sinistra di Cano. Il match-point viene siglato dagli undici metri al 75’ dal capocannoniere del girone, Andrea Soncin I, salito a quota sette.
Migliori in campo: Cingolani (L), Lentini (M).

Napoli-Chieti 1-2 Guariniello e Terrevoli (CH), Sosa (NA): Ancora una sconfitta. La terza in otto giornate. E ora la situazione dei vesuviani comicnia a essere delicata. Per i teatini, invece, è la prima affermazione esterna. In gol gli abruzzesi al 53’ per merito di Terrevoli, che dal vertice destro dell’area esplode un conclusione incrociata a pelo d’erba, potente e precisa, che Giannelli può solo sfiorare. Il clamoroso raddoppio dei neroverdi porta la firma di Guariniello, che al 63’ si trova inaspettatamente il cuoio tra i piedi a pochi metri dalla porta e gonfia la rete con un tiro a botta sicura. Ma è incredibile l’errore in fase di impostazione di Terzi. I campani dimezzano il passivo al 80’ con un rigore di Sosa.
Migliori in campo: Nessuno (N), Gianello (C).

Sora-Foggia 0-0: Primo pareggio interno per il team allenato da Ezio Capuano. Il primo tempo è equamente ripartito: i primi venti minuti è di marca laziale, gli ultimi venticinque sono targati di rossonero. Da segnalare una occasione per parte. Prima il bianconero Costanzo sbaglia di poco la mira con un morbido pallonetto che aveva scavalcato Marruocco e poi una violenta punizione di Mounard non ha fortuna. Nella ripresa i ritmi calano e lo spettacolo scema. Ma proprio all’ultimo secondo dell’ultimo minuto di recupero Maiocco avrebbe sui piedi la palla buona per far esultare i Tomei, però, sebbene sia tutto solo, spara sopra la traversa.
Migliori in campo: Ripa (S), Mounrad (F).

Teramo-Giulianova 0-0: La notizia, confortante, è che il derby più a rischio del girone si è chiuso senza incidenti, così come è accaduto, del resto, negli ultimi quattro scontri diretti. La cronaca, invece, racconta di una laconica divisione della posta. Nei primi quarantacinque minuti i diavoli sono molto aggressivi e solamente tre legni negano loro un vantaggio più che meritato. Di contro i giuliesi provano a rispondere con alcune sortite in contropiede, sortite che, però, raramente creano affanno nella retroguardia biancorossa. Al ritorno dagli spogliatoi la partita si addormenta talmente da non regalare nulla per i nostri taccuini.
Migliori in campo: Bondi (T), Obbedio (G).

Fonte: datasport.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 445 volte, 1 oggi)