Il sindaco Domenico Martinelli, con il vicesindaco Pasqualino Piunti e l’assessore alla cultura Bruno Gabrielli, hanno ricevuto ieri pomeriggio in Municipio l’ambasciatore della Mongolia in Italia, Chuluun Batjargal.
L’ambasciatore, che sta visitando numerose realtà italiane allo scopo di allacciare rapporti di amicizia e di interscambio economico e culturale con l’Italia, era accompagnato in questa tappa marchigiana dai vertici della Icomed onlus, l’istituto per la cooperazione con i paesi del Mediterraneo con sede a Roma ma che di recente ha aperto un ufficio di rappresentanza proprio a S. Benedetto.
Due essenzialmente le linee di azione che l’ambasciatore ha illustrato all’Amministrazione sambenedettese: la prima riguarda la possibilità di allestire per il 2005 una mostra (che sarà itinerante per l’Italia ma potrebbe avere la sua tappa d’avvio proprio in Riviera) che proponga uno spaccato della civiltà, la cultura, ma anche la forza produttiva del Paese che diede i natali al grande Gengis Khan.
Il secondo aspetto messo in evidenza dal rappresentante ufficiale della Mongolia è stato di carattere più prettamente sociale: i bambini di quel Paese, che non conoscono il mare, hanno grande necessità di trascorrere periodi a contatto con l’elemento marino per le sue proprietà benefiche sulla salute dei piccoli. In questo senso la proposta ha incontrato la grande attenzione del vicesindaco e assessore alle politiche sociali Pasqualino Piunti.
Un’illustrazione delle potenzialità della Mongolia (Paese ricco di materie prime ma anche produttore di materiale di alta qualità, molto ricercato in occidente, come il kashmere) da parte dell’ambasciatore Batjargal ha concluso il cordiale incontro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 182 volte, 1 oggi)