SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’incontro di ieri sul PRG, al quale hanno partecipato il Sindaco Martinelli, Paolo Forlì per FI, Rossi e Vignoli per Alleanza Nazionale, Marinangeli e La Manna per il gruppo consiliare di Azione Indipendente, Nico e Turano per l’UDC e Merlini per il PRI, ha chiarito le posizioni della maggioranza tuttavia non ha portato ad alcuna linea comune. Un nuovo incontro è previsto a breve ma, per il momento, tre sono i punti di vista: l’opposizione è per la ricognizione di tutti gli strumenti urbanistici dagli anni ’90 al 2001; Alleanza Nazionale e Azione Indipendente, sono per aprire un’interlocutoria con il progettista per verificare, senza protocollare la bozza del Piano regolatore e senza scadenze, cosa è stato prodotto in questi anni; infine, il Sindaco, UDC e Forza Italia spingono per accelerare i tempi, protocollare il PRG e renderlo quindi pubblico.
Domani la Commissione assetto del territorio si riunirà, senza però nessun punto all’ordine del giorno che faccia pensare alla volontà di protocollare la bozza del piano regolatore. Martinelli tenta intanto di ricompattare la maggioranza, in disaccordo sui passi da compiere.
Augusto Evangelisti, capogruppo di FI: “Riteniamo che quest’Amministrazione debba adottare il PRG e faremo di tutto per arrivare a questo risultato. AN e AI vogliono un’interlocutoria col prof. Bellagamba, per chiarimenti di carattere generale, anche Forza Italia è d’accordo, ma non si devono percorrere tempi lunghi. E’ il momento di protocollare il PRG per renderlo così pubblico. Possiamo far scivolare la data di presentazione della bozza al 18 dicembre, se fosse necessario, ma il tempo stringe: vogliamo un’interlocutoria con scadenza. Ricordo a tutti che il Piano Idea, nonostante sia stato svuotato di alcuni contenuti, è sempre il risultato di un percorso e non ha senso screditarlo.?

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 241 volte, 1 oggi)