Caro direttore,
siamo alle solite. Non puoi (mi permetto di darti del tu per l’amicizia che ci lega da tanti anni) fare la spalla all’assessore alle Attività Produttive (e non ai Lavori Pubblici), Marco Lorenzetti, dandogli dei meriti che non ha. In primis, perché il progetto di riqualificazione della passeggiata del molo sud è da tempo nelle intenzioni dell’Amministrazione Comunale: dal compianto sindaco Temistocle Pasqualini. Certo, l’assessore Lorenzetti ha accelerato l’iter tecnico – amministrativo, facendo realizzare l’impianto di illuminazione per i primi 200 metri circa e asfaltando il percorso con materiale bituminoso. Certo, ancora, che il compito di dettare l’immagine della passeggiata (dai lampioni al fondo ciclo – pedonale) spetta ai tecnici. Ma, devi anche aggiungere, è l’amministratore che approva il finanziamento e non il dirigente ‘Pinco Pallino’. Venendo al dunque, con il contributo di circa 70.000 euro della Fondazione della Cassa di Risparmio di Ascoli, sarà realizzato l’impianto di illuminazione fino alla punta del porto. Il progetto, preannunciato dal membro del Consiglio di Amministrazione della Fondazione, Gino Troli, prevede faretti bassi (non più alti di 60 centimetri), con luce soft, tanto per fare della ‘Jonathan Way’, come ha ribattezzato la passeggiata del molo sud il ‘Circolo dei Sambenedettesi’, un punto di riferimento turistico, un tantino romantico: specialmente di notte. Tornando a bomba, sai che bel vedere, il contrasto tra i lampioni stile campi di concentramento (quelli fatti installare dall’assessore Lorenzetti) e i faretti della Fondazione Carisap. Inoltre, come anticipato dal progettista del nuovo look della passeggiata del molo sud, l’arch. Farnush Davarpanah: “Quando il Comune avrà i soldi provvederemo alla ripavimentazione della passeggiata del molo sud”, come dire che il nastro d’asfalto avallato dall’assessore Lorenzetti dovrà essere smantellato. E i soldi che la nefasta anticipazione ha fatto sborsare all’Amministrazione Comunale chi li verserà l’assessore Lorenzetti? No, caro direttore, sarà sempre il cittadino Pantalone a scucirli.
Grazie per l’ospitalità, il tuo amico Pasquale Bergamaschi
*****
Io, spalla dell’assessore Marco Lorenzetti? Mi sembra un’esagerazione. Comunque il mio DisAppunto riferiva di trattamento ingeneroso perché anche se, come dici tu, non era stato lui il primo a parlarne ma il compianto Temistocle Pasqualini, sono stati dell’attuale assessore alle Attività produttive i primi interventi ‘pratici’, dopo tanta teoria.
Se poi seguiranno miglioramenti più corposi ed esteticamente all’avanguardia (a me piacciono molto) grazie alla Fondazione Carisap e all’interessamento di Gino Troli, siamo contenti tutti e fra questi sicuramente il buon Lorenzetti. Tutto qui.
IL DIRETTORE (e tuo amico)

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 672 volte, 1 oggi)