SAN BENEDETTO DEL TRONTO – C’era anche il presidente della Provincia Massimo Rossi all’incontro tenutosi nei giorni scorsi nella sala Consiliare di Grottammare promosso dalla Consulta cittadina per relazionare su alcuni viaggi nei Paesi in cui è maggiormente presente l’impegno solidale della città, compiuti nel corso dell’estate da alcuni componenti l’associazione.
Obiettivo dell’incontro, sollevare il tema della conoscenza per capire, interpretare e salvaguardare la cultura e la dignità in un confronto che non prevarichi l’altro, ma lo valorizzi perché, come è stato detto in sala, la pluralità porta arricchimento. E così, tramite le fotografie del viaggio in Bolivia di Suor Carla Sirch sappiano qualcosa di più su quella Nazione che insieme al Perù di Padre Luis Sandoval Vega continua a subire vessazioni ed impoverimento da un sistema di mercato, certamente non equo.
Una platea numerosa ha seguito con interesse il diario di viaggio di Massimo Rossi sulla sua missione nel Chiapas, un atto di solidarietà nei confronti della popolazione di uno dei vari Municipi Autonomi della Regione, fortemente impegnata in difesa dei loro diritti civili contro la disuguaglianza sociale (un atto che passa anche attraverso un piccolo contributo che servirà a rafforzare l’utilizzo del Centro di Formazione Jolja). Nel suo intervento, Cristina Costanzo, vice sindaco ed assessore alle politiche sociali e comunitarie, si è soffermata su quella fitta rete di iniziative di pace e di fratellanza, che si è sviluppata nel territorio per il sostegno al popolo Sahrawi e ai bambini palestinesi di Gaza e che si realizza in particolare anche grazie al volontariato dei singoli cittadini, mentre la dirigente scolastica Mina Viscione ha fotografo l’attuale situazione sanitaria in Etiopia, relativa all’AIDS.
Testimonianze queste che hanno aperto una finestra su realtà lontane che devono essere conosciute e comprese, per essere salvaguardate e non sopraffatte.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 281 volte, 1 oggi)