SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Doveva andare in caserma per adempiere al suo obbligo di presentazione ma ha pensato, martedì mattina, di passare prima in chiesa e non certo per raccomandare la propria anima ma, a quanto pare, per riempirsi le tasche.
S.D. 36 anni, tossicodipendente, pluripregiudicato di Napoli, nella chiesa Sacra Famiglia di Porto d’Ascoli, notando vicino all’altare una borsetta incustodita, si è subito impossessato del contenuto: documenti ed una carta di credito. Poi ha cercato furtivamente di lasciare il luogo sacro ma è stato fermato dal parroco e dalla proprietaria della borsetta, una parrocchiana che in chiesa faceva le pulizie, e consegnato ad una pattuglia dei Carabinieri impegnata a controllare la vicina banca.
Ora S.D. è in carcere. Risponderà di furto aggravato in flagranza.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 722 volte, 1 oggi)