SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La risonanza magnetica effettuata mercoledì scorso al ginocchio dell’attaccante dei biancocelesti Marconi Sciarroni, sembrava aver escluso l’interessamento dei crociati. Lo stesso giocatore e la società avevano tirato un sospiro di sollievo.
Si era infortunato nella partita contro l’Amandola nel corso del primo tempo subito dopo aver segnato il gol. Uscito in barella si era temuto il peggio. E il peggio è arrivato dopo quindici giorni di visite mediche. La risonanza (si è dovuto aspettare che il ginocchio si sgonfiasse) ha alimentato le paure.
La parte in questione ha subito uno stiramento con la lesione dei crociati. Il giocatore deve sottoporsi a breve ad un intervento chirurgico. Difficile ipotizzare il periodo di stop. Comunque si prospettano più dei tre mesi supposti a fatto avvenuto. No resta che fare un forte in bocca al lupo a Umberto Marconi Sciarroni purché possa tornare presto sui campi di gioco.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 247 volte, 1 oggi)