MONTEPRANDONE – La sesta giornata evidenzia l’importanza del fattore campo, infatti si sono registrati ben sei successi interni, due pareggi e nessuno exploit esterno. Ed è proprio la capolista Maceratese a dare l’ esempio, conquistando sul suo proprio terreno di gioco la sesta vittioria consecutiva ai danni della Jesina di mister Romiti, con gol del solito Vagnoni, il Roberto Carlos dell’Eccellenza, a risolvere la partita. Il capitano biancorosso è giunto al suo quarto gol in campionato, il terzo su punizione. Al secondo posto a cinque punti, troviamo il Centobuchi vittorioso nell’ anticipo di sabato contro il Camerino con gol di Argira nei minuti di recupero, e la Vigor Senigallia, che non va oltre l’1- 1 casalingo contro il Caldarola del neo mister Cappelletti, con gol di Proculo peer i maceratesi e di Turchi per gli anconetani. Sale al quarto posto l’ Urbisaglia, che vince con la Montegiorgiese un incontro spettacolare e ricco di gol, ben sei, con marcatori Natalini, Lattanzi, Malaccari e Sciarra per i locali, e D’Ascanio e Guardabascio per gli ospiti. La Civitanovese invece viene bloccatoa in casa sullo 0- 0 dal fanalino di coda Lucrezia , confermando la sua scarsa vena realizzatrice, e subisce la pesante contestazione dei propri tifosi, che invocano i rinforzi tanto promessi dal presidente Ruggieri.
Salgono in classifica anche la Real Vallesina e il Matelica tutte e due vittoriose nei loro incontri casalinghi, la prima con il Porto Sant’ Elpidio con gol su rigore al 91° del bomber Cavaliere, la seconda con l’ Acqualagna con doppietta di Alessandro Ruggieri.
Vince anche la JVRS Ascoli per 2- 0 con il Mondolfo nell’ anticipo di sabato, e lascia agli ospiti l’ onere del penultimo posto in classifica. Ha riposato il Biagio Nazzaro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 217 volte, 1 oggi)