SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il gruppo consiliare di Alleanza Nazionale ribadisce la sua determinazione a lavorare per la stabilità dell’attuale Amministrazione e proseguire l’impegno preso, con la volontà di migliorare l’efficienza e l’efficacia dei sevizi comunali in linea con le attese della città. Il coordinamento del partito, riunitosi venerdì 18 ottobre, a cui era presente anche il coordinatore regionale, dott. Carlo Ciccioli, ha espresso una linea chiara a favore della governabilità e all’impegno di tutti i consiglieri a garantire l’obiettivo prefissato. Anche dai vertici romani di Alleanza Nazionale sono giunti segnali forti per rimuovere ambiguità e tentennamenti.
La regola è chiara: la presenza dei consiglieri di An nella mozione di sfiducia al Sindaco è incompatibile con la permanenza nel partito, pertanto, in linea con la decisione ferma ed unitaria presa, il gruppo consiliare di Alleanza Nazionale voterà contro quella mozione.
Giovanni Gaspari, leader della minoranza, non si preoccupa molto dell’out-out di AN: “Ho fiducia nell’intelligenza dei consiglieri firmatari della mozione. Sono gli stessi partiti del centro destra che hanno decretato la fine di Martinelli. Se mi guardo indietro, posso contare pochissimi consiglieri di maggioranza che non hanno mai sottoscritto mozioni di sfiducia o documenti con la richiesta di dimissioni.?

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 281 volte, 1 oggi)