SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Trenta documentari, diversi per generi ed argomenti proposti, costituiranno il fulcro dell’undicesima edizione del Premio Libero Bizzarri, che si svolgerà dal 9 al 13 novembre 2004 a S. Benedetto del Tronto.
Tutte le opere, selezionate tra oltre 200 proposte, non mancheranno di stupire, divertire e coinvolgere: ci sarà innanzitutto l’ultimo apprezzato documentario del noto scrittore e critico letterario Gianni Celati, “Visioni di case che crollano”. L’autore racconta la campagna attorno al delta del Po, costellata di casolari abbandonati, inabitati, e che in un’epoca in cui si tende a restaurare tutto, le case “crollanti” s’impongono, agli occhi del viaggiatore, come sorprendenti elementi di modernità.
Poi documentari legati a fatti di attualità, come nel documentario “Palestina terra di sogni infranti” di Lorenzo Moretti, che ripercorre attraverso i drammatici racconti dei protagonisti, la disperazione di un popolo da molti dimenticato.
“Sotto le forbici di Madama Anastasia? di Silvano Console, cerca di sondare la verità su “Totò e Carolina?, il caso più eclatante di censura politica nel cinema italiano. Sequestrato nel ‘53, il film di Monicelli subì 38 tagli, la soppressione di interi blocchi narrativi e la sostituzione di decine di battute. Cinquant’anni dopo, vittime, mandanti e testimoni ricordano il massacro censorio.
Con “Fuori dai cancelli? di Vincenzo Mancuso, l’attualità italiana dello scorso anno torna alla ribalta: Mancuso segue infatti la lotta dei lavoratori della Fiat di Termini Imerese, dove a essere pesantemente colpiti dalle scelte dell’azienda sono stati non solo gli operai ma l’economia di un intero territorio.
I documentari ripercorreranno momenti toccanti della nostra storia recente, come il dramma del terremoto in Molise che ha provocato la morte degli studenti di un’intera classe elementare, o il fenomeno immigrazione affrontato come problema di ordine pubblico, nell’indifferenza per le migliaia di profughi morti in mare…
Queste sono solo alcune delle proposte di quest’undicesima edizione che presenta documentari incentrati su temi d’attualità ad altri più originali. Al vincitore verrà assegnato un premio di 5.000 euro, al secondo 2.500 euro, oltre alle Menzioni Speciali.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 409 volte, 1 oggi)