Benevento-Chieti 0-0: I teatini non cadono nell’incantesimo preparato dagli stregoni. E per poco non sfiorano il colpaccio. Infatti al Santa Colomba si è vista una compagine sannita inaspettatamente rinunciataria, che ha indirizzato una sola conclusione nello specchio della porta neroverde. Sull’altro versante, invece, gli uomini di Donati hanno tenuto costantemente in mano le redini dell’incontro, costruendo numerose occasioni da gol. Senza dubbio avrebbero meritato qualcosa in più, ma la mancanza di precisione negli ultimi venti metri e alcuni provvidenziali interventi di Lotti hanno prodotto un pareggio a reti bianche.
Migliori in campo: Tchangai (B), D’Aniello (C).
Fermana-Spal 0-0: Termina pari e patta tra due formazioni che non sembrano ancora aver chiari i propri obbiettivi. La divisione della posta lascia i canarini in una delicata posizione di classifica e allontana gli estensi dalle alte sfere. Nonostante la partita sia corretta e priva di nervosismo, la giacchetta nera estrae ben due cartellini rossi nei confronti dei marchigiani, il primo al 32’ al difensore Micallo, per doppia ammonizione, e il secondo a un minuto dallo scadere al tecnico Donati, per proteste. Da segnalare i tre legni colpiti nella prima frazione, due dai gialloblu e uno dai romagnoli.
Migliori in campo: Mengoni (F), Consonni (S).
Foggia-Giulianova 1-0 81’ Mounard : Pronto riscatto dei satanelli a una settimana dal passo falso in terra veneta. Sebbene vengano schierati in campo per la prima volta sin dall’inizio il bomber Lulù Oliveira e il fantasista Stroppa, tornato tra i dauni dopo dieci anni, i pugliesi creano palle gol con il contagocce. E la rete che decide il confronto con i giuliesi nasce da un episodio fortuito. E’ l’81’: durante una mischia sottoporta Greco perde la sfera, che giunge nei pressi di del vertice destro dell’area, dove è appostato Mounard, entrato al 63’ al posto di Ciellini. Il numero diciassette rossonero salta due avversari e lascia partire un velenoso diagonale che non lascia scampo all’estremo difensore rossoblu.
Migliori in campo: Micco (F), Tangorra (G).
Lanciano-Rimini 2-0 1’ e 46’ Nassi : Prima battuta d’arresto esterna degli adriatici. Fatali per la truppa di Arcori due distrazioni in apertura dei due tempi. Gol lampo dei frentani, che infrangono la situazione di immobilità dopo soli 60 secondi in seguito a un strepitosa azione personale di capitan Nassi, che conquista palla nel cerchio del centrocampo, galoppa per 30 metri, entra in area, dribbla Dei in uscita e deposita agevolmente nella porta sguarnita. Il centravanti rossonero raddoppia al 46’, allorquando dal limite dell’area esplode un’autentica cannonata che si insacca nel sette alla destra del portiere.
Migliori in campo: Nassi (L), Ricchiuti (R).
Napoli-Avellino 0-0: Il big-match della giornata vede gli irpini incamerare il primo pareggio di quest’anno. La prima mezz’ora di gioco è molto tattica e le due squadre si limitano a scrutarsi a vicenda per individuare i rispettivi punti deboli. Nel finale del tempo i partenopei hanno un’impennata e creano tre nitide palle gol, ma manca loro la lucidità per scoccare il colpo risolutore. Al ritorno dagli spogliatoi i vesuviani accusano un netto calo fisico, come sette giorni fa contro la Reggiana. L’iniziativa passa nelle mani dei lupi, che, però, si limitano a pungere la difesa azzurra con qualche rara sortita, senza far male.
Migliori in campo: Terzi (N), Puleo (A).
Sora-Martina 4-1 21’ Antonini (S), 50’ Caputo (S), 68’ Luciani (S), 78’ rig. Magliocco (S), 88’ Da Silva (M): Recita ancora un desolante ‘zero’ la voce punti in trasferta per i pugliesi. I ciociari danno avvio alla pioggia di gol al 21’, quando Morleo si propone sulla sinistra, conquista il fondo e scodella al centro un pallone che Antonini spedisce di testa alle spalle di Narciso con uno spettacolare tuffo in corsa. Bis al 50’, a coronamento del più classico dei contropiedi, che vede Caputo castigare Narciso in uscita. Tris al 69’, grazie a una botta al volo di Lisuzzo. Poker al 68’ con un tiro dal dischetto di Magliocco. E gol della bandiera dei pugliesi timbrato all’88’ dal sudamericano Da Silva, lasciato completamente libero dalla retroguardia bianconera.
Migliori in campo: Caputo (S), Da Silva (M).
Teramo-Reggiana
Posticipo lunedì 18 ottobre ore 20.30.
Vis Pesaro-Padova 1-1 4’ Di Domenico (VP), 51’ rig. Cecchini (P) : Neppure con la cura Piccioni arriva la prima affermazione dei marchigiani davanti ai propri tifosi. I primi ad andare in gol sono i padroni di casa al 4’ per merito di Di Domenico, che salta più in alto di tutti e corregge nell’angolino più lontano un perfetto traversone dall’out di destra di Cazzola. Anche se è da sottolineare come l’ex cannoniere del Sora salti quasi indisturbato nel cuore dell’area di rigore. I veneti riportano il risultato in equilibrio al 51’ in seguito a un rigore realizzato da Cecchini e fischiato per un’evidente trattenuta di Zappella su La Grotteria.
Migliori in campo: Di Domenico (VP), Cecchini (P).
CLASSIFICA MARCATORI
6 reti: SONCIN A. (Lanciano)
3 reti: Ghirardello, Millesi (Avellino), Docente, Muslimovic (Rimini), Da Silva W. (Martina), Bertolini (Reggiana), Martini (Sambenedettese), Caputo (Sora), Beretta (Teramo)
2 reti: Ban, Mounard (Foggia), Agostini, Cozzolino (Giulianova), Nassi, Ticli (Lanciano), Ricchiuti, Trotta (Rimini), Consonni, Roselli (Spal), Moretti (Avellino), Mastrolilli (Benevento), Sgrigna (Cittadella), Cecchini (Padova), Deflorio (Reggiana), Antonini (Sora), Gaeta (Vis Pesaro)
Fonte: datasport.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 264 volte, 1 oggi)