Di Dio 6. Non ha grosse occasioni per mettersi in mostra. Azzecca i movimenti e dimostra di potersi giocare il posto con Spadavecchia.
Gazzola 5. Commette un ingenuo fallo di rigore su Sgrigna che avrebbe potuto costare caro alla Samb. Ogni volta che l’attaccante granata si sposta nella sua zona è costretto al fallo per limitare le sue incursioni.
Colonnello 6,5. Nel momento critico della Samb, prende per mano la squadra portandola a regire. Percorre la fascia in diverse occasioni impegnandosi fino all’ultimo.
Amodio 7. Per tre quarti di gara è il migliore dei rossoblù. Corre per tre ed è propositivo per i movimenti dei compagni del reparto avanzato.
Canini 6. Commette qualche ingenuità sulle palle alte nella prima parte della gara, ma cresce in autrevolezza con il passare dei minuti.
Femiano 6. Ogni volta che Sgrigna si accentra gli crea qualche problema, ma riesce a prendergli le misure ed alla fine, il centrattacco padovano riesce a trovare il gol solo su rigore.
Tedoldi 5,5. Quando la Samb è in palla, è autore di alcune buone accelerazioni, poi si spegne pian piano nel corso della ripresa. Prova il tiro dalla distanza per uscire dalla situazione di stallo che si era creata nel primo tempo, ma con poco successo. Sotto tono.
Cigarini 6,5. Nel primo tempo gioca una buona partita in fase di interdizione ma non trova la giocata giusta per innescare le punte. Quando cala fisicamente, la Samb smette di fare pressing e tutto diventa più difficile.
Vidallè 5. Non tira mai in porta ed il che è tutto dire. Prova a fare la sponda con i compagni di reparto o per favorire l’inserimento di Bogliacino, ma è inconcludente e troppo stato.
Bogliacino 6. Spazia su tutto il fronte di attacco alla ricerca di spiragli offensivi, ma alla fine conclude poco. Deve provare ad essere più incisivo.
Martini 6. Le squadre sono molto corte ed ha poche occasioni per sfruttare le sue caratteristiche. Dopo l’uscita di Vidallè si trova ad essere il punto di riferimento di un centrocampo “di ferro?, e la Samb chiude la partita in attacco. Non è un caso.
Taccucci 6. Si rivede finalmente in campo dopo l’infortunio di Gazzola. Non è un terzino destro, ma in quel ruolo, in questo momento, è in grado di dare più garanzie di Gazzola e Cornali.
Favaro 7. Insacca una punizione magistrale che permette alla Samb di tornare in partita. Ha del talento, se riesce ad affinare con la continuità potrà portarlo lontano.
De Rosa 6. Ancora una volta è chiamato ad entrare nella ripresa e si impegna con il solito dinamismo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 470 volte, 1 oggi)