ANCONA – Sono 12.664 i nuovi posti di lavoro creati nella Regione Marche in un anno. Il numero degli occupati e’ passato, infatti, da 606.307 nel I trimestre del 2003 a 618.971 dello stesso periodo del 2004. Il tasso di disoccupazione e’ cosi’ sceso dal 4,4% al 4,3%. Partendo da questi risultati, l’assessore alla Formazione e Lavoro della regione Marche, Ugo Ascoli, ha incontrato questa mattina i segretari regionali di Cgil, Cisl e Uil per definire gli interventi ”per una buona occupazione” sul territorio.
”La lettura delle cifre – ha precisato Ascoli – non deve indurre a superficiali e ottimistiche valutazioni. L’interpretazione dei dati, infatti, deve tener conto dell’elevato numero dei lavoratori temporanei, presenti in particolare nel settore alberghiero e della ristorazione, soprattutto donne e giovani, che rischia di alimentare un notevole aumento della precarieta”’.
Per diffondere la ”buona occupazione” bisogna, avverte l’assessore, ”garantire alti indici di stabilita’ e di regolarita’ del lavoro”. In questa ottica, Ascoli ha concordato con le organizzazioni sindacali un percorso comune per approfondire il confronto sul mercato del lavoro delle Marche, con l’obiettivo di ”superare le criticita’ dovute al dualismo tra piccole e grandi imprese e tra aziende del settore industriale e di quello artigianale e per superare la difficile situazione del settore tessile, abbigliamento e calzaturiero”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 264 volte, 1 oggi)