GROTTAMMARE – La storia. Nonostante la loro passione per il gingillarsi davanti a cineprese amatoriali, i Friedman erano una famiglia normale della media borghesia che viveva nella popolosa periferia del Great Neck di New York. Il giorno della festa del Ringraziamento, mentre la famiglia si riunisce in casa per una tranquilla cena del giorno di festa, la porta di casa esplode, fatta a pezzi da un ariete della polizia. Gli agenti irrompono in casa, accusando Arnold Friedman e il suo figlio più giovane Jesse di pedofilia.
La loro storia viene raccontata da Andrew Jarecki in questo film nominato all’Oscar 2004 per il miglior lungometraggio documentario. “Capturing the Friedmans”, titolo originale dell’opera, intende ricostruire un’immagine, un ritratto, che Jarecki rende attraverso una serie di filmini realizzati dallo stesso Arnold e da suo figlio Adam. Attraverso le interviste ai co-protagonisti della vicenda, il regista ricostruisce in maniera impeccabile una storia in cui è praticamente impossibile capire da quale parte stia la verità.
Il film, che inaugura la programmazione 2004/2005 del cineforum Blow Up, sarà proiettato alla Sala Kursaal di Grottammare alle 21.30.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 488 volte, 1 oggi)