CITTADELLA – I granata all’inizio fanno sempre un po’ fatica ad adattarsi al ritmo del campionato. Ormai è una consuetudine da diverse stagioni, ciononostante l’ultimo gradino della classifica non può certo far piacere. Niente allarmismi, per carità, ma domenica prossima la sfida contro la Sambenedettese offre la possibilità, con una vittoria, di tirarsi via dalle acque torbide di simili zone della graduatoria.
Mister Roland Maran, equilibrato come al solito, si mostra ottimista e “misura? le parole: “La strada che stiamo seguendo è quella buona. Ci vuole tempo e pazienza. L’importante è continuare a lavorare senza demoralizzarci perché arriveranno sicuramente anche i risultati migliori. A volte si raggiunge la vittoria con una certa facilità. Avrebbe potuto succedere anche nelle partite fin qui disputate, ma qualcosa ci è mancato. Stiamo attraversando un periodo così e siamo certamente stati penalizzati per quanto abbiamo raccolto in questo inizio di campionato, ma non possiamo guardare la classifica ed attendere che la fortuna giri in modo diverso. Sta a noi ricercare con i nostri mezzi per fare cambiare il corso dei risultati».
Musi lunghi però ieri alla ripresa degli allenamenti. Il 2-0 rimediato ad Avellino fa ancora male, nonostante le parole del tecnico granata.
«Mi arrabbierei se non fosse così – ha affermato ieri il direttore sportivo Stefano Marchetti . Perdere non fa mai piacere, ed è normale che i giocatori siano ancora arrabbiati per la sconfitta di domenica. Adesso bisogna per forza rimboccarsi le maniche e vincere la prossima gara per risalire in fretta». I giocatori sono tutti a disposizione di Maran. L’unico che ha lavorato a parte – non ha partecipato alla partitella di fine allenamento – è stato capitan Mazzoleni, ma solo a titolo precauzionale. Oggi si è svolto il consueto doppio allenamento, atletico e tattico, domani e venerdì sedute pomeridiane. Ieri intanto il giudice sportivo, come previsto, ha squalificato per un turno Enrico Maria Amore, espulso domenica ad Avellino.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 234 volte, 1 oggi)