SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Avevano smontato o quasi un idrante per poter prendere di mira le vetrine di un negozio in via Toti a Porto d’Ascoli. Pezzi di metallo come proiettili per un “alternativo? tiro a segno. Quattro ragazzi di San Benedetto, B.A., B.C., M.S. e B.F., tutti pressoché ventenni, avevano pensato che infrangere vetri fosse un modo divertente di trascorrere il fine settimana. Ma tutto ha un prezzo, soprattutto un ‘passatempo’ così pericoloso.
Gli agenti del locale Commissariato, una volta sorpresi i quattri giovani in flagrante, non hanno potuto far altro che denunciarli all’Autorità Giudiziaria e ora tutti devono rispondere di danneggiamento aggravato.
Nel corso di un’altra operazione, portata a termine nel fine settimana in via Veneto, la Polizia ha fermato un auto per accertamenti. All’interno della vettura c’erano, ben nascosti, anche hashish circa 4 grammi e marijuana per circa 7 grammi. Lo stupefacente è stato subito segnalato alla Prefettura ed in seguito distrutto.
Il personale di Polizia ha continuato anche i controlli degli esercizi pubblici rilevando una sola multa ai danni di un locale, perché sprovvisto del permesso necessario per l’intrattenimento musicale dal vivo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 298 volte, 1 oggi)