MONTEPRANDONE – Cosparge la fidanzata di benzina e cerca di darle fuoco. L’episodio è avvenuto in un’appartamento di Monteprandone domenica scorsa. Un marocchino di 30 anni, Zirab Redouan, in preda ad un momento d’ira, forse motivata dalla gelosia, si è avventato sulla convivente (sua connazionale) picchiandola violentemente e poi cospargendola di liquido infiammabile con l’intento di darle fuoco. La donna, nonostante le percosse subite, è riuscita a mettersi in salvo chiudendosi nel bagno. Per fortuna le sue grida d’aiuto sono state udite da una vicina di casa che ha prontamente avvertito i carabinieri del luogo. Nel frattempo l’aggressore cercava in ogni modo di forzare la porta del bagno, terrorizzando la fidanzata.
Solo l’arrivo delle forze dell’ordine ha evitato il peggio: per Zirab Redouan sono scattate le manette. Su di lui pesano le accuse di violenza privata, lesioni e tentate lesioni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 494 volte, 1 oggi)