AVELLINO – Il Cittadella esce sconfitto dallo stadio Partenio di Avellino con più di qualche rammarico. La differenza tra le due squadre l’hanno forse fatta l’esperienza e soprattutto gli uomini. Se puoi vantare giocatori del calibro di Ghirardello – ex di turno – Rastelli e Vanin tutto risulta più facile. Ora per i veneti la classifica parla di ultimo posto (3 punti), in compagnia del Sora.
La compagine di Cuccureddu ha faticato molto nel primo tempo – i postumi di Foggia? – ad opporsi al vivace Cittadellla, il quale ha praticamente giocato a memoria con fitte trame di passaggi ed una disposizione tattica precisa ed ordinata. I biancoverdi debbono ancora una volta ringraziare il solito Ghirardello – ha messo lo zampino sul primo gol e poi ha realizzato la rete della tranquillità – se alla fine sono riusciti ad avere la meglio su un Cittadella piuttosto ostico che ha dimostrato che il pareggio del San Paolo, di fronte a 50000 spettatori, non è stato un caso. I granata hanno palesato una buona organizzazione di gioco ed una discreta personalità; l’unico limite è stato quello di risultare poco incisivi dalle parti di Cecere. Gli irpini, dal canto loro, hanno effettuato il primo tiro della partita solo al 24’, a dimostrazione che la squadra di Maran stava creando loro più di qualche problema. Ci ha pensato Puleo, al 45’, a mettere tutti d’accordo segnando la rete che ha sbloccato il match e soprattutto la sua squadra, che infatti nella ripresa è scesa in campo con ben altro piglio e una convinzione decisamente più forte.
Nel secondo tempo sono bastati 11 minuti a Ghirardello per chiudere la “pratica Cittadella?. L’Avellino fino alla fine ha poi saputo amministrare il risultato, senza correre grossi rischi, anche a causa del graduale calo mostrato dagli ospiti. Altra nota stonata per i granata l’espulsione di Amore (fallo di reazione su Rastelli), il quale quasi sicuramente dovrà saltare la gara di domenica prossima contro la Sambenedettese.
Negli spogliatoi alla gioia di Cuccureddu si oppone la comprensibile amarezza di mister Maran, il quale si rammarica, in particolare, per il buon primo tempo dei suoi uomini: “Siamo stati sfortunati in occasione del loro vantaggio, proprio sul finire del tempo. Siamo stati ingenui in fase difensiva in entrambe le occasioni dei gol. Un vero peccato, perché siamo stati capaci di mettere in difficoltà la capolista sin dal primo minuto.?
Il Cittadella ieri al Partenio:
(4-2-3-1) Peresson, Milani, Giacobbo, Borriero, Stancanelli (12’st Mazzocco), Mazzoleni (12’st Amore), Carteri, Sgrigna, De Gasperi (19’st Crocetti), Marchesan, Colussi. A disposizione Pavesi, Cozza, Musso, Riberto. Allenatore Maran.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 204 volte, 1 oggi)