Anche quest’anno sono diversi i generi teatrali proposti nel cartellone messo a punto dall’Amministrazione Comunale e dall’Amat, e che si avvale del contributo della Fondazione Carisap.
Ed è proprio l’assessore alla cultura Bruno Gabrielli a giustificare la scelta di un programma così variegato: “Quando una formula funziona è giusto riproporla. Il nostro obiettivo è consolidare gli ottimi risultati ottenuti nello scorso anno, con circa 300 abbonamenti e una media di 600 persone per ciascun spettacolo.”
La stagione partirà l’8 novembre con “Le pillole d’Ercole”, con Maurizio Micheli, Benedicta Boccoli e Elio Veller, per la regia di Maurizio Nichetti. Giovedì 16 dicembre spazio alla comicità di Max Tortora con lo spettacolo “Sono fuori di me”. Il comico interpreterà i suoi personaggi, gli stessi che lo hanno portato alla celebrità attraverso la televisione.
Lunedì 10 gennnaio verrà presentato “Coriolano” di Shakespeare, con Alessandro Gassman, spettacolo multivisivo. Si alterneranno infatti proiezioni “storiche” dell’Istituto Luce a richiami al presente, in un continuo gioco di rimandi che animeranno il palco. Giovedì 20 gennaio sarà la volta di “Ardente Pazienza, ovvero il Postino di Neruda”, per la regia di Memè Perlini, con Antonio Casagrande, uno dei più interessanti attori italiani di teatro e Cloris Brosca, diventata famosa per aver vestito i panni della “zingara” sullo schermo televisivo. A seguire giovedì 10 febbraio verrà messo in scena “Il piacere dell’onestà” di Pirandello, con Giuseppe Pambieri e Lia Tanzi; si proseguirà venerdì 18 marzo con il musical “My Fair Lady” con Corrado Tedeschi e Gaia De Laurentiis, mentre martedì 5 aprile spazio alla danza con la trasposizione del “Don Chiscotte”, con Andrè de La Roche. L’ultimo appuntamento è previsto per lunedì 18 aprile con “Misura per misura”, una delle opere di Shakespeare meno conosciute.
Il presidente dell’Amat Gino Troli si dichiara soddisfatto del cartellone sambenedettese: “Quando si lavora con i tempi giusti si riescono a portare prodotti di qualità. Molti spettacoli di grande valore passeranno per S. Benedetto. Grazie alla possibilità di acquistare i biglietti via internet (sia sul sito del Comune che su quello dell’Amat) lo spettatore potrà scegliere lo spettacolo che più preferisce e muoversi nel territorio marchigiano.”
Parallelamente alla stagione teatrale canonica ci sarà il teatro scuola, sei appuntamenti dedicati agli alunni delle scuole elementari e medie.
Invariati i prezzi rispetto allo scorso anno: l’abbonamento per la poltrona centrale è di 135 euro, 98 per la poltroncina. I biglietti costano 18 e 13 euro per ciascuno dei due settori. Sono previste riduzioni per gli studenti, i pensionati e gli iscritti ad associazioni con sede a S. Benedetto. Dal 20 ottobre, al botteghino del “Calabresi?, inizierà la vendita con prelazione per i vecchi abbonati, mentre da giovedì 28 ottobre partirà la vendita dei nuovi abbonamenti.
Gli abbonati alla stagione teatrale 2004/2005 potranno inoltre usufruire di sconti per la stagione dei concerti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 501 volte, 1 oggi)