SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Comitato di quartiere Ragnola, ieri sera, in un’assemblea pubblica, la prima dopo l’insediamento avvenuto in gennaio, ha affrontato con gli amministratori e i cittadini alcune problematiche riguardanti il quartiere. Si è subito parlato in modo davvero concitato, e questo anche prima che l’incontro iniziasse, di via Tronto, meglio del verde pubblico, in zona Mattei, di proprietà della ditta di costruzioni Adriapark srl. Oggi quell’area è delimitata da un muretto in cemento e da una rete metallica. I cittadini, anche in vista dell’apertura della pista ciclabile che da viale dello Sport arriva fino a via Mare e precisamente fino al parco dietro largo Danubio, hanno chiesto la fruibilità di quel verde, soprattutto l’abbatttimento di quella recinzione. La questione di via Tronto non è un problema dell’ultimo minuto, come ha tenuto a sottolineare l’assessore all’Ambiente, Ruggero Latini nella riunione di ieri.
Da diverso tempo infatti si succedono incontri per la definitiva cessione dell’area al Comune. L’ultimo confronto, risalente alla scorsa estate, per via di particolari richieste del costruttore, ha portato però i referenti ad irrigidirsi sulle loro posizioni congelando la questione. L’assemblea pubblica di ieri ha fatto sì che si uscisse da quella situazione di stallo, che si ricominciasse a trattare. E’ stata così fissata un’altra riunione: proprietario dell’area, Amministrazione comunale, rappresentanti di quartiere, che si spera sia molto fruttuosa. Per quanto riguarda poi la richiesta di dotare le zone di verde, prospicenti la ferrovia, di panchine, giochi, un percorso vita ed un parco “bau?, il Comune ha detto sì senza riserve.
Il Comitato di quartiere con i presenti ha affrontato, poi, un altro punto, quello di via Monte Aquilino. All’ordine del giorno c’era la sistemazione definitiva del manto stradale, della carreggiata ed una nuova segnaletica. Gli assessori interrogati hanno allora risposto che inseriranno l’asfalto della via nel prossimo piano di rifacimento strade. Subito faranno eseguire là i lavori più urgenti e il posizionamento del segnale di stop richiesto.
I residenti hanno portato avanti in assemblea anche la pulizia sistematica e totale del Fosso Ragnola. Finora si è infatti proceduto solo a tenere pulito sotto il ponte della Statale. Nel canale sono cresciuti pure degli alberi che possono creare problemi durante i prossimi temporali. La Picena Ambiente ha ribadito, nell’incontro , che non può nulla senza un preciso permesso della Forestale. I residenti hanno detto invece che si sta solo perdendo tempo, del tempo prezioso.
Infine, si è discusso del mercato rionale del sabato che crea non pochi disservizi. Con le bancarelle che insistono nella zona è infatti impossibile transitare. Gli ambulanti poi a fine giornata lasciano sempre cartacce e residui alimentari, come l’olio, difficili da ripulire. Durante l’assemblea di ieri è stato chiesto allora più attenzione da parte dei Vigili Urbani.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 378 volte, 1 oggi)