SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Adesso vedremo come si comporterà la maggioranza, queste dimissioni saranno la cartina al tornasole per verificare se è la testa di Sestri quella che doveva saltare, oppure se questi malumori sono contro di me.? Queste le parole del Sindaco, Domenico Martinelli, dopo le dimissioni dell’Assessore avv. Sestri. “E’ stata una decisione autonoma e di responsabilità. Io non ho mai richiesto una scelta di questo tipo. In ogni modo, non sono sorpreso, tante volte l’avv. Sestri ha espresso la volontà di abbandonare, e altrettante volte aveva annunciato le sue dimissioni, cosa che è avvenuta stamattina verso le dieci.?
Nel giro di poche ore sono stati nominati due Assessori e ridistribuite alcune deleghe. Pierluigi Tassotti, consigliere comunale dell’UDC, ma eletto nella Lista Martinelli, è il nuovo Assessore allo Sport, Gemellaggi e scambi interculturali, Pari opportunità. Antonio Felicetti, presente alle ultime consultazioni amministrative con Forza Italia, e oggi al PRI, è il nuovo Assessore alla Pubblica istruzione (materna, elementare e media), rapporti con l’Università, Personale e Polizia municipale.
Poli, Vignoli e Latini vedono riconfermate le proprie deleghe mentre agli Assessori Gabrielli e Lorenzetti vengono sottratte rispettivamente Sport e Polizia Municipale. Al Vice-Sindaco, Pasqualino Piunti, sono assegnate, unificando le deleghe sociali, “Asili nido, minori, famiglia, immigrazione, rapporti con le Associazioni di volontariato?.
E l’Urbanistica? La delega urbanistica, ovvero “la patata bollente?, a sorpresa, rimane nelle mani del Sindaco. Una garanzia per Sestri stesso, che ha fiducia in Martinelli e nella sua funzione di garante per la trasparenza del percorso del PRG.
A questo punto si modifica anche il quadro del Consiglio Comunale, che perde il gruppo consiliare del PRI, costituito dal solo Felicetti, a vantaggio dell’entrata di Francesco Canestrari (avanti in lista e quindi avente diritto) o Michele De Rosa, entrambi con 45 preferenze nella lista di Forza Italia, ma con l’incognita di incompatibilità del primo a vantaggio dell’altro.
Altro caso quello di Michele Bagalini, il primo dei non eletti in Lista Martinelli (occuperebbe il posto vacante lasciato in Consiglio da Pierluigi Tassotti). La sua carica di Presidente alla Picenambiente è incompatibile con quella di consigliere comunale e dovrebbe quindi dimettersi; la disponibilità c’è, dettata soprattutto dal fatto che, se non accettasse, entrerebbe in Consiglio Comunale Costantino Braccetti, non proprio favorevole nell’appoggiare il Sindaco. Queste le parole di qualche giorno fa di Michele Bagalini: “Per me sarà un onore sedere in Consiglio Comunale ed affiancare un gentiluomo come Martinelli.?
Questo, in sintesi, il nuovo organigramma della Giunta:
Domenico Martinelli – Sindaco – Urbanistica e Sanità
Pasqualino Piunti (Vicesindaco) – Servizi Sociali e cimiteriali, direzione delle politiche per gli alloggi popolari, asili nido, minori, famiglia, immigrazione, rapporti con le Associazioni di volontariato
Pierluigi Tassotti – Sport, gemellaggi e scambi interculturali, pari opportunità
Antonio Felicetti – Pubblica Istruzione (Materna, Elementare e Media), rapporti con l’Università, Personale e Polizia Municipale
Marco Lorenzetti – Pesca, Attività Produttive, Commercio
Bruno Gabrielli – Cultura e Turismo
Confermate le deleghe a suo tempo conferite agli Assessori Giovanni Poli (Lavori pubblici), Luca Vignoli (Servizi finanziari e programmazione economica) e Ruggero Latini (Ambiente e qualità della vita, patrimonio, politiche comunitarie, informatica–ced, partecipazione).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 413 volte, 1 oggi)